Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso presentato dalla sig.ra Danila Verzeri avverso la decisione della Corte Federale d'Appello della Federazione Italiana, Judo, Lotta, Karate, Arti Marziali (FIJLKAM), resa il 30 maggio 2018, nel procedimento iscritto al 16/2017/J R.G., e pubblicata il successivo 5 giugno, con la quale, nel confermare integralmente la decisione di primo grado endofederale, resa dal Tribunale Federale il 16 aprile 2018, è stata irrogata, in capo all’odierna ricorrente, la sanzione della squalifica per la durata di un anno, a decorrere dal primo eventuale tesseramento, ai sensi dell'art. 43, lettera c), del regolamento di Giustizia della FIJLKAM, per la violazione: dell'obbligo di osservare la normativa federale e dell'obbligo di adesione, come sancito dagli artt. 8, comma 4, e 10, comma 1, dello Statuto FIJLKAM; dei principi sportivi, sanciti dall'art. 2, comma 2, del R.F.G.S. FIJLKAM, dagli artt. 8, comma 3, e 10, comma 2, dello Statuto FIJLKAM, nonché dall'art. 8 del ROF della FIJLKAM.



La ricorrente è accusata di aver falsamente dichiarato, ai fini della partecipazione al corso nazionale per l’acquisizione della qualifica di insegnante tecnico – categoria allenatore judo, di non aver riportato condanne per delitto doloso né squalifiche o inibizioni sportive superiori ad un anno, nonostante fosse già stata condannata alla pena di due anni di reclusione, pena sospesa, con sentenza n. 741/2010, emessa in data 16 maggio 2010 dal GUP del Tribunale Ordinario di Bergamo.



La ricorrente chiede al Collegio di Garanza, in accoglimento del presente ricorso, di annullare la decisione impugnata e, per l’effetto, di essere prosciolta dalle violazioni disciplinari ascrittele o, in subordine, di sostituire la sanzione irrogata con quella dell'ammonimento, ovvero, di ridurre la squalifica entro i termini edittali.

Archivio Attività Istituzionali

2018

  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2017

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2016

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2015

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2014

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2013

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2012

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2011

  • DICEMBRE
  • OTTOBRE