Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso presentato congiuntamente dalla A.S.D. Montemilone Pollenza (in persona del Vice – Presidente e legale pro tempore) nonché dal sig. Giuseppino Marinangeli (Presidente della società) contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), la Lega Nazionale Dilettanti (LND) e il Comitato Regionale Marche - LND, per l'impugnazione della decisione della Corte Sportiva di Appello Territoriale del Comitato Regionale Marche, datata 30 ottobre 2018, pubblicata sul Comunicato Ufficiale n. 57 s.s. 2018/2019 del 2 novembre 2018, con la quale è stato respinto il reclamo della A.S.D. Montemilone Pollenza, con conseguente conferma delle sanzioni della inibizione sino al 31 dicembre 2020 e dell’ammenda pari ad € 1.000,00 irrogate dal Giudice Sportivo presso il predetto Comitato, con provvedimento pubblicato sul Comunicato Ufficiale n. 178 del 16 maggio 2018, a carico del ripetuto sig. Giuseppino Marinangeli, Presidente della società ricorrente, per il comportamento da questi tenuto, nel corso ed al termine della gara, nei confronti dell’arbitro.

 

I ricorrenti chiedono al Collegio di Garanzia, in accoglimento del presente ricorso:

- in via principale: di annullare/revocare la decisione impugnata, con cui è stato respinto il reclamo della A.S.D. Montemilone Pollenza, e, quindi, confermata la sanzione della inibizione del Presidente Marinangeli sino al 31 dicembre 2020, oltre all’ammenda pari ad €1.000,00, nonché ogni pronuncia presupposta e/o connessa, rinviando il procedimento alla Corte Sportiva di Appello Territoriale competente (C.R. Marche) per l'esame del merito, con indicazione dei principi di diritto da applicare nel senso descritto in motivazione;

- in via subordinata: di annullare/revocare la decisione impugnata, nonché ogni pronuncia presupposta e/o connessa e, per l'effetto, di rideterminare la sanzione da comminarsi in capo al sig. Marinangeli, nei limiti del presofferto, ovvero, applicando la sanzione ritenuta giusta e congrua, in relazione ai fatti per cui è causa, tenendo conto del tempo di inibizione già scontato.

 

Archivio Attività Istituzionali

2018

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2017

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2016

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2015

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2014

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2013

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2012

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2011

  • DICEMBRE
  • OTTOBRE