Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

il Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport, Franco Frattini, ha fissato la data della prossima sessione di udienze delle Sezioni Unite del Collegio, preordinata a discutere ed esaminare i seguenti ricorsi:

 

1) ricorso presentato il 13 luglio 2019, da Antonio Caliendo avverso la decisione della Corte Federale d'Appello c/o la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), di cui al C.U. n. 119/CFA del 14 giugno 2019, che, in parziale accoglimento del gravame proposto dal ricorrente, ha ridotto la sanzione allo stesso irrogata dal Tribunale Federale, con decisione di cui al C.U. n. 38/TFN del 6 dicembre 2018, rideterminandola nella inibizione pari a 3 anni e 6 mesi, in luogo della inibizione di 5 anni, per la violazione dell'art. 1 bis, commi 1 e 5, CGS FIGC, in relazione all'art. 21, commi 2 e 3, NOIF, "per avere determinato [in solido con altri dirigenti del Modena FC - ndr] con il proprio comportamento, sotto il profilo strutturale, il dissesto della Società [Modena FC - ndr], provocandone la decozione e la conseguente dichiarazione di fallimento; sotto il profilo sportivo, la revoca dell'affiliazione";

2) ricorso presentato congiuntamente, il 18 luglio 2019 da Laura Perbellini e Marcello Merlin avverso la decisione emessa dalla Corte D'Appello Federale in funzione di Giudice di seconda istanza della Federazione Italiana Sport Equestri (FISE) del 2 luglio 2019, che ha dichiarato "..infondato il primo motivo e inammissibile il reclamo [degli odierni ricorrenti - ndr] per il resto", confermando la decisione del Tribunale Federale FISE del 28 maggio u.s., che ha irrogato "per la violazione sub a) alla signora Laura Perbellini, in proprio, ed al sig. Marcello Merlin la sanzione della sospensione ex art. 6, lett. d), e), f), per anni tre con l’aggravante di cui all’art. 8, lett. h), Reg. Giust.; - per la violazione sub b) al sig. Marcello Merlin la sanzione della sospensione di quattro mesi ex art. 6, lett. e), Reg. Giust.; - per la violazione sub c) al C.I. Il Muretto A.S.D., nella persona del rappresentante legale p.t. Laura Perbellini, la sanzione della sospensione dell’affiliazione ex art. 6, lett. e), Reg. Giust. per un anno";

3) ricorso presentato il 26 luglio 2019, dalla Federazione Italiana Sport Invernali (FISI) contro l’Associazione SSV Pfalzen Sudtiroler Amateuersportverein avverso la decisione n. 004/2019 della Corte Federale di Appello della FISI, emessa in data 11 luglio 2019 e depositata in data 16 luglio 2019, con la quale, in accoglimento del reclamo della suddetta Associazione, è stato annullato “l’atto di annullamento del Presidente dell’Assemblea ordinaria del Comitato Regionale FISI Alto Adige in data 5 luglio 2018” ed è stata accertata la legittimità della deliberazione assembleare del 10 giugno 2018, nella parte in cui ha affermato l’impossibilità di procedere all’elezione di un candidato, e disposto la convocazione di una nuova assemblea;

4) ricorso presentato il 2 agosto 2019 dalle società A.C. Chievo Verona S.r.l. ed Empoli F.C. S.p.a. contro la Lega Nazionale Professionisti Serie B (LNPB) per la declaratoria dell’illegittimità della pretesa della LNPB di obbligare le società ricorrenti, al momento della loro iscrizione al Campionato ed all’adesione alla Lega stessa, a provvedere al pagamento del “Contributo solidaristico a carico delle neo retrocesse in serie B,  come disciplinato dal Capo I, art. 3, e come ripartito secondo quanto previsto dal Capo II, art. 7, del Codice di Autoregolamentazione e quindi avverso la validità e per la declaratoria di nullità/annullamento/inefficacia, ed in ogni caso per la privazione di effetti, di quanto previsto dagli artt. 3, Capo I, art. 7 Capo II, del Codice di Autoregolamentazione LNPB e delle relative deliberazioni che hanno introdotto dette previsioni, nonché di tutti gli atti e provvedimenti alla stessa antecedenti e/o conseguenti, presupposti, collegati e/o consequenziali, anche ove non conosciuti dalle società ricorrenti.

 

La sessione di udienze in questione si terrà il 23 settembre, a partire dalle ore 14.00.

Archivio Attività Istituzionali

2019

  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2018

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2017

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2016

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2015

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2014

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2013

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2012

  • DICEMBRE
  • NOVEMBRE
  • OTTOBRE
  • SETTEMBRE
  • AGOSTO
  • LUGLIO
  • GIUGNO
  • MAGGIO
  • APRILE
  • MARZO
  • FEBBRAIO
  • GENNAIO

2011

  • DICEMBRE
  • OTTOBRE