Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

La torcia olimpica prosegue il suo viaggio verso Pechino: nelle ultime ore ha percorso Qufu, la città che diede i natali a Confucio, nella provincia orientale cinese di Shandong. Alla staffetta hanno partecipato cento tedofori lungo un percorso di poco più di cinque chilometri che ha toccato anche il tempio del
filosofo cinese del quinto secolo avanti Cristo, che è uno dei tre più importanti complessi architettonici storici del Paese. Tra coloro che si sono dati il cambio nella corsa attraverso la città vi erano atleti, banchieri, commercianti e vigili del
fuoco, oltre al cantante folk locale Tang Can. La torcia olimpica è arrivata in Cina alla fine di aprile dopo un periplo lungo i cinque continenti segnato, soprattutto a Parigi, Londra e San Francisco, da proteste anti-cinesi contro la repressione della manifestazioni in Tibet della primavera scorsa. Prima dell'arrivo a Pechino per la cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi, l'8 agosto, dal 3 al 5 agosto la
fiaccola farà tappa nella provincia del Sichuan, colpita il 12 maggio scorso da un terremoto che ha provocato quasi 70.000 morti.