Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

vALBUSA2Sci di Fondo: Arianna Follis Marianna Longa, Silvia Rupil e Sabina Valbusa, non sono riuscite a compiere l’impresa di salire sul podio nella staffetta 4x5 km. Il quartetto ha ottenuto il quarto posto (56’04”9) dopo essere stato per gran parte della gara in seconda posizione. Arianna Follis (14’58”6) ha condotto la prima frazione con il gruppo di testa lanciando la Longa con il quinto posto. La Polonia ha effettuato per prima il secondo cambio con Marianna (14’29”4) alle sue spalle che ha messo in pista Silvia Rupil. La giovane azzurra è stata ancora seconda (13’01”8) al terzo cambio dietro al Norvegia. Nell’ultima frazione Sabina Valbusa (13’35”1) ha subito il ritorno della tedesca Nystad e della finlandese Saarinen che al traguardo hanno occupato, alle spalle della norvegese Bjoergen che ha vinto l’oro, rispettivamente il secondo e il terzo posto. La Norvegia ha concluso la gara in 55’19”5, Germania 55’44”1 e Finlandia 55’49”9.

Sci alpino: Seconda manche avara per le azzurre del gigante che restano concentrate in classifica, a pochi centesimi di distacco tra loro, ma lontane dai primi posti. Manuela Moelgg, ottava dopo la prima discesa disputata ieri ha totalizzato 2’28”66 classificandosi al 17° posto. Due centesimi la dividono da Federica Brignone, 21° posto nella prima manche, che  con 2’28”68 è 18ª mentre Nicole Gius, che occupava la 22ª posizione, ha fatto registrare 2’28”87ed ha terminato la gara al 20° posto. Più staccata Denise Karbon, 30ª dopo la prima discesa, oggi ha chiuso con 2’29”37 al 23°posto. Al primo posto  si è classificata la tedesca Victoria Rebensgurg  (2’27”11) seguita dalla slovena Tina Maze (2’27”15) terza l’austriaca Elisabeth Goergl (2’27”25).

Combinata Nordica: Alessandro Pittin ha concluso la gara di 10 km di fondo al 7° posto (25’00”6) recuperando sei posizioni dopo il 13° posto ottenuto nel salto. Nella prima prova dal trampolino LH l’azzurro  con 122,5 metri e un punteggio di 108,7 aveva maturato un ritardo in partenza nella gara di fondo  di 1’13” dal primo. Lukas Runggaldier è risultato 11° in classifica finale (25’40”6), dopo il 7° posto ottenuto nel salto (126,5 metri - 114,2 punti +51”di ritardo). Più staccati Armin Bauer, giunto al traguardo 21°con 26’00”1 (23° nel salto 117,5 metri , 99,8 punti) e Giuseppe Michielli  23° con 25’38”3 nel fondo (27° nel salto  114,0 metri, 94,0 punti). Due statunitensi hanno occupato i primi due posti del podio: Bill Demong (salto 114.5 punti; fondo 24’46”9) e Johnny Spillane (salto 118,5 punti; fondo 25’02”9). Terzo si è classificato l’austriaco Berhanrd Gruber  (salto 127,0 punti; fondo 25’43”7).

Pattinaggio di Figura: Carolina Kostner ha perso lucidità durante l’esercizio libero. La campionessa  europea, sulle musiche di Bach e Vivaldi, è caduta più volte nel corso della sua esecuzione e non ha ottenuto quindi un punteggio soddisfacente per rimanere in lizza con le migliori. L’altro ieri era 7ª con 63,02 punti, dopo il programma corto, oggi l’azzurra ha incassato 88,88 punti per un totale di 151,90 chiudendo al 16° posto.

Al primo posto si è classificata la coreana Yu-Na Kim con 228,36 punti,  seconda la giapponese Mao Asada (205.50 p.)che ha preceduto la canadese Joannie Rochette (202,64 p.).