Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

gius_buona1Sci alpino: Una abbondante nevicata ha condizionato la prima manche dello slalom femminile. Sulla pista Whistler Creekside Nicole Gius ha ottenuto l’8° tempo  (51”71) mentre più in difficoltà sono state Manuela Moelgg che si trova 24ª (53”09), Chiara Costazza 25ª (53”18), Denise Karbon che occupa il 27° posto (53”44). Le condizioni meteo nella seconda manche si sono aggravate. Oltre alle neve è calata anche la nebbia sul tracciato. Nonostante tutto  Nicole Gius ha mantenuto l’8° posto (1’45”01) mentre Moelgg e Karbon hanno migliorato alcune posizioni. Manuela ha concluso 11ª (1’45”31) e Denise 18ª (1’46”04). Ha inforcato una delle ultime porte, invece, Chiara Costazza che non ha quindi terminato al gara. Ha vinto lo slalom la tedesca Maria Riesch (1’42”89) che ha preceduto l’austriaca Marlies Schild (1’43”32) e la ceka Sarka Zahrobska (1’43”90).

Snowboard: Sono state eliminate al primo turno le due azzurre in gara nella slalom parallelo. Carmen Ranigler e Corinna Boccacini non hanno superato la qualificazione agli ottavi di finale. Ranigler ha concluso le due discese preliminari in 1’26”93 classificandosi al 25° posto mentre la Boccacini ha totalizzato 1’28”88 chiudendo 26ª. L’olandese Nicolien Sauerbreij che ha preceduto in finale la russa Ekaterina YliuKhina. Nella finale per il terzo posto invece ha avuto la meglio l’austriaca Marion Kreiner sulla tedesca Selina Joerg.

Pattinaggio Velocità: Matteo Anesi, Enrico Fabris e Luca Stefani, nell’inseguimento a squadre sui 5000 metri, non hanno superato, nei quarti di finale, i canadesi Mathieu Giroux, Lukas Makowsky e Denny Morrison. I padroni di casa con 3’42”38 hanno strappato agli azzurri anche il record olimpico che avevano stabilito a Torino nel 2006 quando Fabris, Sanfratello, Donagrandi e Anesi, vinsero l’oro con 3’43”64. Gli azzurri questa volta hanno perso terreno fin dai primi giri ed hanno concluso con 3’46”34. Nelle finali di classificazione l’Italia affronterà domani la Corea alle ore 12,57 (+ 9 ore in Italia) per il 5° e 6° posto.

In finale per l’oro, sempre domani, si affronteranno Sati Uniti e Canada uscite vincitrici dalle semifinali rispettivamente contro Olanda e Norvegia, queste ultime due formazioni disputeranno la finale B. Nella semifinale i canadesi hanno ritoccato anche il loro nuovo record olimpico portandolo a 3’42”22:

Biathlon: Christian De Lorenzi, Markus Windisch, Lukas Hofer, Mattia Cola hanno concluso la staffetta 4x7,5 km al 12° posto (1h26’27”5 -1+11 al tiro). Il tracciato dell’Olympic Park di Whistler, sommerso da una intensa nevicata per tutta la gara, si è rivelato particolarmente impegnativa per gli azzurri soprattutto nel finale. De Lorenzi nella prima frazione si è mantenuto nel gruppo di testa cambiando con Windisch al 9° posto che il ventiseienne di Brunico ha migliorato con una buona sequenza di tiro alla prima postazione, portandosi anche in quarta posizione. Poi anche lui ha perso lucidità nella seconda serie di tiri e l’Italia ha cambiato con Hofer all’undicesimo posto. Nell’ultima frazione Cola ha subìto il ritorno della Bielorussia chiudendo la gara a 4’49”4 dai campioni olimpici norvegesi (1h21’38”1 – 0+7)che con l’ultimo frazionista Bjorndalen ha fatto il vuoto alle sue spalle. Il secondo posto è stato ottenuto dall’Austria (1h22’16”7 -1+8) mentre terza si sé classificata la Russia (1h22’16”9 – 0+4).

Bob: Nella prima manche di bob a quattro Simone Bertazzo, Samuele Romanini, Danilo Santarsiero, Mirko Turri sono occupano il 13° posto con 51”57 (+0’68). ). Nella seconda discesa Italia 1 ha fatto registrare 51”38 (1’42”95) recuperando tre posizioni classifica (10° posto). In testa l’equipaggio di Usa 1 (1’41”75). Domani si terranno le due ultime gare.

Short Track: Arianna Fontana non è riuscita per 7 millesimi a qualificarsi per le semifinali dei 1000 metri ed chiuso la gara al terzo posto. Impegnata nella quarta serie dei quarti di finale l’azzurra ha subito l’azione dell’australiana Tatiana Borodulina che l’ha preceduta al secondo posto sul traguardo dove prima è transitata la cinese Meng Wang(1’32”267). Fontana ha perso l’accesso (solo i primi due posti) alla fase successiva  per pochi centimetri di lama, infatti, ha coperto la distanza in 1’32”472 mentre l’australiana ha fatto registrare 1’32”65.Ha vinto i 1000 metri la cinese Meng Wang (1’29”213), seconda si è classificata la statunitense Katherine Reutter (1’29”324) davanti alla coreana Sehung-Hi Park (1’29”379).