Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

dicenta_buona1Sci di fondo:  Giorgio Di Centa, Pietro Piller Cottrer, Valerio Checchi e Roland Clara hanno lottato strenuamente  nella 50 km tecnica classica, ultima gara in programma per gli azzurri, ma non sono riusciti a raggiungere le prime posizioni finali. Clara e Checchi  fino al decimo chilometro si sono avvicendati in testa al gruppo mantenendo alto il ritmo di gara. Poi da dietro sono entrati in azione Pietro Piller Cotter e Giorgio Di Centa .Dopo il 20° chilometro è fuggito dal gruppo il norvegese Martin Johnsrud Sundy. Ma a metà gara, con il cambio degli sci, è stato riportato in gruppo dall’azione dello  svedese Daniel Richardsson. Giorgio Di Centa ha effettuato l’ultimo cambio degli sci ai 35 km mantenendosi nelle posizioni di testa. Due km dopo ha perso invece contatto dai primi Piller Cottrer  per una caduta. A dieci chilometri dal traguardo la fatica ha cominciato a fare selezione. Giorgio però è riuscito a mantenere il ritmo  ed è passato  al rilevamento al secondo posto. Il russo Legkov ha preso poi la testa della gara a otto chilometri dall’arrivo e Di Centa a quel punto ha subìto  un calo di ritmo che gli sarà fatale negli ultimi chilometri. La volata finale è partita già a ottocento metri dal traguardo con il norvegese Petter Northug (2h05’35”5) che è andato a prendere per poi superare di pochissimo il tedesco Axel Teichmann (2h05’35”8), terzo si è classificato lo svedese Johan Olsson (2h05’36”5). Giorgio Di Centa ha tagliato il traguardo 11° (2h05’49”0). Pietro Piller Cotter  è giunto 26° (2h08’21”6), Valerio Checchi 31° (2h10’49”7), Roland Clara 36° (2h11’00”8).