Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Organi di Giustizia Federalia cura di Maria Letizia Bixio, Matilde Ratti

 

Titolo

Dichiarazioni lesive

 

Indicazione estremi del provvedimento annotato

Decisione del Tribunale Federale FISR (Ruolo T.F. n. 8 del 30.5.2017)

Massima

Le valutazioni che si concretizzano nell’espressione di un giudizio o di un'opinione configurano l’esimente del diritto di critica, purché non oltrepassino limiti di continenza ben precisi: la critica deve concretizzarsi, in definitiva, da un lato, in un dissenso motivato e, dall’altro, in valutazioni misurate e, comunque, non gratuitamente lesive dell’altrui dignità morale e professionale. Al contrario, il limite per l’esercizio di tale diritto deve considerarsi travalicato quando l’agente trascenda in attacchi personali diretti a colpire, su di un piano esclusivamente personale, la figura morale del soggetto criticato.

Keywords

Principi di lealtà e correttezza; dichiarazione lesive; decoro e prestigio degli organi federali; diritto di critica

Autore

Cristiano Novazio, Avvocato in Milano, Componente del Comitato di Coordinamento e Docente del Master di I° Livello in Diritto Sportivo e Rapporti di Lavoro nello Sport presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca

 

Scarica qui il testo del provvedimento in PDF