Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

trofeo Coni 2018 piemonte vincitore

palazzoh_interna_01.jpg(agc) - Si é tenuta questa mattina al Foro Italico la 949ª riunione della Giunta Nazionale del CONI che ha iniziato i lavori approvando il verbale della riunione del 29 novembre. Nelle sue comunicazioni, il Presidente Petrucci ha esordito manifestando la sua soddisfazione per le parole espresse ieri dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e dal Ministro, Giovanna Melandri, in occasione del ricevimento al Quirinale per i campioni del mondo delle discipline olimpiche. L’auspicata certezza di finanziamento per lo sport unitamente agli impegni per la scuola e alla richiesta di inserimento dello sport nella costituzione sono stati tutti interventi politici significativi per il mondo dello sport. Il Presidente Petrucci ha annunciato che in occasione della prossima riunione di Giunta verrà portata all’esame la ridefinizione dei principi informatori del CONI che dovranno prevedere sistemi democratici per l’elezione degli organi federali. La Giunta ha anche ribadito, ricordando un precedente intervento del membro Chimenti, la necessità di riaffermare il principio che sono le Federazioni a dettare le regole e non le Leghe. La Giunta ha preso atto con soddisfazione della dichiarazione finale, rilasciata al termine del Congresso Mondiale Sport per Tutti a Cuba, che assegna ai Comitati Olimpici Nazionali un importante ruolo in questo ambito. E’ stata anche ampiamente dibattuto, con l’intervento del membro Pigozzi, il tema della proposta di modificare la periodicità della visita medica di idoneità agonistica da annuale a biennale, con l’aggiunta dell’abolizione della spirometria, La Giunta ha condiviso la grande preoccupazione manifestata dal Presidente della Federazione Italiana Medici Sportivi, Casasco, che ha lanciato un doveroso allarme perché tali eventuali provvedimenti nuocciono in maniera determinante sulla tutela della Salute e sulla prevenzione di morti improvvise sul campo. Per quanto riguarda l’attività Antidoping, la Giunta ha deliberato che nel 2007 il CONI, in quanto NADO (National Anti Doping Agency) ha previsto di effettuare 12.451 controlli per le Federazioni Sportive Nazionali e 68 per le Discipline Sportive Associate. Dei 12.451, saranno 6.654 (quindi oltre il 50%) quelli comunemente chiamati a sorpresa (all’estero si chiamano “senza notifica”). L’incremento rispetto al 2006 (effettuati 10.874) è del 20% circa. La Federazione col maggior numero di controlli è la FIGC con 6.708. Nessun paese al mondo ha un’attività di controlli Antidoping così rilevante. La Giunta si è anche soffermata sulle recenti vicende relative alla Federazione Italiana Sport Invernali con le dimissioni presentate dal Presidente Gaetano Coppi che ieri ha avuto un incontro con Petrucci e Pagnozzi. Fermo restando la titolarità statutaria per il Presidente Coppi è il Conisglio Federale uscente di gestire fino alle prossime elezioni l’ordinaria amministrazione, è stato deciso di attendere il Consiglio Federale di venerdì prossimo per avere un quadro più definitivo della vicenda. Per quanto concerne i Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009 il Segretario Pagnozzi ha relazionato la Giunta che la prossima settimana a Pescara si riunirà l’Esecutivo del CIJM per un incontro con il Comitato Organizzatore e gli Amministratori locali per fare il punto della situazione. Il Presidente Petrucci ha poi invitato il Commissario Straordinario della Federcalcio, Luca Pancalli, ad aggiornare la Giunta sugli sviluppi del Commissariamento e sull’imminente assemblea per la modifica dello Statuto fissata per il 22 gennaio. A seguito della recente scomparsa del Presidente del Comitato Regionale Veneto del CONI, Gianluigi Levorato, è stato nominato reggente Gianfranco Bardelle. Dopo aver esaminato una lunga serie di altri temi a carattere organizzativo ed amministrativo ed aver assunto le relative delibere, la Giunta ha chiuso i propri lavori alle 11.30.