Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

head trofeo coni

palazzoh_interna_06.jpgSi é tenuta questa mattina al Foro Italico la 951ª riunione della Giunta Nazionale del CONI che ha iniziato i lavori esprimendo il più profondo cordoglio ai famigliari dell’ispettore capo di Polizia Filippo Raciti, ucciso in occasione della partita Catania-Palermo. Su proposta del Presidente Petrucci, la Giunta ha deciso di assegnare una borsa di studio ai due figli di Filippo Raciti per  consentire loro di completare gli studi. Successivamente il Presidente Petrucci ha rivolto i complimenti al Commissario Straordinario della Federcalcio, Luca Pancalli, e ai suoi due vice, Luigi Riva e Massimo Coccia (anch’essi presenti in via straordinaria alla riunione), per aver preso decisioni immediate, non facili, ma condivise e approvate dall’intera Giunta del CONI. Dopo una breve relazione di Pancalli sugli ultimi accadimenti relativi agli episodi e ai fenomeni di violenza nel mondo del calcio, compreso il caso della morte del dirigente dilettantistico calabrese, Ermanno Licursi, hanno preso la parola tutti i membri di Giunta presenti, a cominciare dai membri CIO, Mario Pescante e Franco Carraro. Al termine del dibattito, il Presidente Petrucci ha proposto di prolungare il Commissariamento della Federcalcio, attualmente fissato al 28 febbraio, senza una data di scadenza. La scadenza del mandato verrà data non appena la situazione verrà riportata alla normalità, anche attraverso eventuali interventi di tipo normativo, giuridico e legislativo. La proroga del Commissariamento verrà posta a ratifica del prossimo Consiglio Nazionale del CONI che è stato già convocato per il 28 febbraio. Inoltre, dopo una lunga disamina è stato deciso di dare incarico alla Federazione Italiana Giuoco Calcio di porre in essere una serie urgente di norme che riguardano il rilascio delle licenze di impianto per le società già a partire dalla stagione 2007-2008, nonché l’invito a emanare disposizioni che obblighino ogni rapporto non virtuoso di dirigenti, allenatori, calciatori con le organizzazioni di tifosi. Infine, è stato chiesto di estendere le norme di giustizia sportiva anche alla cosiddetta area riservata, cioè quella zona che esiste tra il prefiltraggio e i tornelli. Un altro pacchetto di richieste verrà posto domani all’attenzione del Governo nel vertice appositamente convocato a Palazzo Chigi nel pomeriggio. Tale pacchetto non viene diffuso pubblicamente per rispetto delle istituzioni. La Giunta ha chiuso i propri lavori alle 13.15.   Roma, 4 febbraio 2007