Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

trofeo coni 2018 01

protocollo_interna.jpgIl Presidente del CONI Giovanni Petrucci e il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Alfonso Pecoraro Scanio hanno firmato oggi, al Salone d’Onore del Foro Italico, il “Protocollo d’intesa per la diffusione delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale negli impianti sportivi”. Sono intervenuti Raffaele Pagnozzi, Segretario Generale del CONI, Andrea Abodi, membro del Consiglio di Amministrazione della Coni Servizi spa e il Direttore generale Ernesto Albanese, Fabrizio Fabbri, capo della segreteria tecnica del Ministero. Hanno preso parte alla cerimonia i CT del Ciclismo Franco Ballerini e Sandro Callari oltre a membri della Giunta e del Consiglio Nazionale del CONI. Il protocollo quando andrà a regime, porterà una produzione di energia pulita pari a 1.260 megawatt/h all'anno e una riduzione di emissioni pari a 740 tonnellate di CO2 per anno. Il protocollo mira ad un elevato risparmio energetico e ambientale tra gli edifici di proprietà pubblica; quelli adibiti ad uso sportivo, infatti, sono caratterizzati da rilevanti consumi sia di energia elettrica che termica per la produzione di acqua calda sanitaria per le docce e il riscaldamento delle piscine. Il risparmio energetico sugli impianti costituisce un patrimonio potenziale sia in termini di visibilità che di valore sociale. Come ha sottolineato lo stesso presidente Giovanni Petrucci il sogno del Coni "e' di avere un bollino blu per l'energia pulita, poter dire: nei nostri impianti ci alleniamo solo con l'energia verde. Questa iniziativa va ben oltre quanto abbiamo fatto finora: il futuro è nelle energie rinnovabili" "Lo sport e' un grande mezzo di comunicazione e anche per questo e' importante la firma di questo protocollo", ha esordito il ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, durante la conferenza stampa. "Rinnovare l'impiantistica e scegliere le fonti energetiche rinnovabili è l'unica scelta possibile per il futuro anche nello sport". Infine il Ministro ha ricordato che sono allo studio iniziative per avere a pechino nel 2008 in occasione dei Giochi Olimpici di Pechino 2008 una città più pulita anche dal punto di vista ecologico. Per il 2007 sono previsti investimenti non solo per ridurre ancor di più i consumi, ma anche per sfruttare le più avanzate tecnologie di auto-produzione di energia con particolare riferimento alle fonti rinnovabili. In questo senso ha spiegato Petrucci: "Tra gli interventi più significativi, merita una citazione il nuovo stadio del Tennis al Foro Italico che avrà una copertura con pannelli fotovoltaici".