Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

head trofeo coni

palazzoh interna 74Il 204° Consiglio Nazionale del CONI presieduto da Giovanni Petrucci si è riunito questa mattina alle ore 9.00, a Roma per discutere il seguente ordine del giorno:

1) Approvazione verbale riunione del 28 febbraio 2007: il verbale è stato approvato all'unanimità.
2) Comunicazioni del Presidente: il Presidente Petrucci nel suo intervento ha rivolto un saluto ai neopresidenti Giancarlo Abete (FIGC) e Giovanni Morzenti (FISI), al neoeletto in Consiglio Nazionale Gianfranco Porqueddu (CONI Regionali Nord Italia), congratulandosi con il presidente FMSI Casasco per il nuovo incarico di responsabile dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport. I significativi successi ottenuti dagli atleti italiani, impegnati soprattutto nelle qualificazioni olimpiche in vista di Pechino 2008, hanno fatto indotto il Presidente ad analizzare la positiva evoluzione del finanziamento del sistema sportivo nazionale dopo le incertezze sopraggiunte dai tagli nella Legge finanziaria e dal decreto Bersani. Ringraziando per la sensibilità dimostrata i Ministri Padoa Schioppa e Melandri è stato ricordato come, grazie ad una circolare del Ministero dell’Economia, sia stata sbloccata la restituzione dei 57 milioni di euro, fermi per gli effetti della finanziaria, mentre una interpretazione ministeriale ha attenuato gli effetti del decreto Bersani escludendo dal rilievo le voci di bilancio interessate alle attività connesse alla preparazione degli atleti e alle manifestazioni sportive, in attesa poi di un provvedimento legislativo che potrebbe modificare in modo significativo l’attuale situazione. Il presidente Petrucci ha poi richiamato l’attenzione, anche alla luce di queste ultime incertezze, sulla necessità di un finanziamento sicuro per lo sport che dia serenità alla programmazione delle attività ricordando che su questo argomento è in contatto con il Ministero vigilante per approfondire i criteri di fattibilità. Giudizio positivo è stato espresso sull’approvazione della legge –delega sui diritti radio-televisivi che prevede una vendita centralizzata garantendo un equilibrio competitivo dei campionati e una più equa ripartizione delle risorse. L’intenso rapporto con il Governo ha riguardato diversi aspetti. Petrucci ha ricordato il proficuo incontro con il Ministro della salute Turco e il Ministro vigilante Melandri (10 maggio) che ha portato all’approvazione del Governo della Convenzione UNESCO sulla lotta al doping recependo il codice WADA. Una commissione mista è stata inoltre incaricata di coordinare le attività di prevenzione e repressione del CONI e della Commissione ministeriale di Vigilanza sul Doping anche al fine di proporre modifiche alla legge 376/2000. Su questo fronte il presidente ha ricordato l’opera svolta dal Procuratore Capo Antidoping del CONI Ettore Torri esprimendo il suo apprezzamento per il lavoro finora svolto che non ha sempre trovato risconto in altri Paesi o in tutte le Federazioni. Per consentire un miglior coordinamento e una maggiore uniformità nella lotta la doping il presidente ha ricordato la lettera che ha inviato al presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale, in piena collaborazione con la Federazione Ciclistica Italiana, per tutelare una disciplina tanto amata dagli italiani che registra purtroppo alcune prassi ai limiti del consentito, come le esenzioni terapeutiche, che possono essere affrontate con un’azione comune. Particolare attenzione è stata rivolta ai dati pubblicati dall’ISTAT nell’indagine multiscopo, dove oltre a delineare l’aumento della sedentarietà (41% della popolazione), già denunciato dal CONI, si profilano nuove tendenze e diversificazioni nella scelta delle discipline sportive. Petrucci ha espresso la convinzione che per combattere il fenomeno della sedentarietà è necessario un deciso intervento a livello scolastico soprattutto alla luce del 3° posto, dopo Regno Unito e Malta, ottenuto dall’Italia nell’eccesso di peso riscontrato nelle fasce tra 7 e 17 anni. Il rilancio dei Giochi della Gioventù con il progetto Gioco Sport nella scuola elementare, può essere un primo passo che troverà migliore slancio con il nuovo protocollo d’Intesa, che sarà siglato il 3 luglio prossimo con il Ministro Fioroni in occasione della Finale dei Campionati Studenteschi a Padova, dove il CONI avrà un ruolo più significativo nel rapporto con il mondo della scuola. Un ringraziamento alle organizzazioni sportive che con le proprie sedi territoriali hanno saputo coinvolgere nella Giornata Nazionale dello sport , che si è tenuta il 3 giugno, circa 1000 comuni all’insegna de “il benessere è sport”. Nuove iniziative sono nate nel settore dell’impiantistica sportiva dopo la mancata assegnazione degli europei 2012. In questo ambito è stata ricordata l’opera avviata dalla commissione presieduta dal vice presidente del CONI Luca Pancalli che ha il compito di predisporre un progetto nazionale per la ristrutturazione o ricostruzione degli impianti per lo sport professionistico in cui un ruolo molto importante avrà l’Istituto per il Credito Sportivo presieduto dal dott. Andrea Cardinaletti. L’iniziativa trae origine dalle disposizioni del decreto Amato in cui il Comitato Olimpico ha svolto già parte attiva anche con l’istituzione del primo Corso nazionale per la formazione e l’addestramento per i Delegati alla sicurezza. Il presidente ha annunciato che saranno illustrati nella sessione di lavoro del 17 luglio prossimo (inaugurazione del nuovo Laboratorio Antidoping Acquacetosa) i criteri per la collocazione dei contributi alle Federazioni Sportive Nazionali elaborati dalla specifica Commissione presieduta dal vice presidente Riccardo Agabio e coordinata dal Segretario Generale Raffaele Pagnozzi. Il presidente Petrucci ha inoltre ricordato la nuova composizione del Club Olimpico approvata nella riunione della Giunta Nazionale di ieri e i relativi contributi erogarti, ringraziando l’apporto della Commissione Nazionale Atleti e in particolare l’avv. Marco Durante, membro del Consiglio, per il contributo professionale fornito nella predisposizione della lettera di impegni che gli atleti sottoscrivono partecipando al Club Olimpico. La grave situazione economica della Federazione Italiana Sport Invernali è stata presa in esame dalla Giunta che, dopo aver ascoltato la relazione del presidente FISI Morzenti, attende entro la fine di settembre la presentazione di un piano industriale per riequilibrare i conti e nel contempo ha concesso un’anticipazione sui contributi futuri per far fronte alle esigenze indilazionabili. Il presidente ha espresso soddisfazione per l’accordo sindacale raggiunto dalla Coni Servizi SpA sui profili professionali che consentirà il reinquadramento del personale avviando il rinnovo del Contratto di lavoro. Anche la collocazione, su base volontaria, del rapporto di lavoro del personale della CONI Servizi nelle Federazioni è stato affrontato, ribadendo la necessità di trovare nel Nuovo Contratto di Lavoro precise condizioni e impegni, a garanzia del personale, condivisi con le parti. Sulla relazione del Presidente si è aperta una discussione nella quale sono intervenuti nell’ordine Di Rocco (Ciclismo) che ha plaudito alla lettera all’UCI auspicando una maggiore riservatezza da parte della Procura Antidoping, Abete (Calcio) che ha condiviso le riflessioni di Petrucci rilanciando la disponibilità per un progetto sull’impiantistica sportiva nazionale e ringraziando Pancalli per l’impegno profuso nel Commissariamento della FIGC, Rizzoli (Bocce) che si è soffermato sul lavoro della commissioni contributi per le Federazioni, Pancalli (Comitato Paralimpico) che ha posto l’attenzione sul fenomeno doping e sui dati Istat sulla sedentarietà degli italiani, Casasco (Medici Sportivi) che ha approvato la lettera all’UCI condividendo la politica del CONI a tutela della salute, Chimenti (Golf) che ha parlato dell’importanza dell’impiantistica sportiva dopo la mancata assegnazione all’Italia degli Europei 2012, Piergiovanni (Enti di Promozione Sportiva) che ha argomentato sulla sedentarietà, Morzenti (Sport Invernali) che ha voluto portare all’attenzione del Consiglio la situazione economica della FISI e Agabio (Ginnastica) che ha focalizzato l’intervento sui rapporti CONI-Scuola. A tutti il Presidente Petrucci ha replicato e al termine della discussione la relazione è stata approvata all’unanimità. 

3) Riconoscimento Federazioni Sportive Nazionali: il Consiglio Nazionale ha approvato all’unanimità il riconoscimento ai fini sportivi in qualità di Federazione Sportiva Nazionale della Federazione Italiana Danza Sportiva e della Federazione Italiana Giuoco Squash, con decorrenza dal 1° gennaio 2008 per gli effetti economici e contributivi. Dopo la votazione hanno preso la parola per ringraziare il Presidente Ferruccio Galvagno (Danza Sportiva) e il Presidente Siro Zanella (Squash). 

4) Attività F.S.N. – D.S.A – E.P.S.: il Consiglio ha approvato all’unanimità le seguenti delibere: A) Limite annuale di ingresso degli atleti extracomunitari in numero di 1.526 unità da proporre per la ratifica al Ministero per i Beni e le Attività Culturali; B) Regolamento di arbitrato per la risoluzione delle controversie relative all’attività di agenti di calciatori. 

5) Affari Amministrativi e Bilancio CONI: il Consiglio ha approvato all’unanimità le seguenti delibere: A) Ratifica del differimento del termine per la deliberazione del Bilancio Consuntivo 2006; B) Cancellazione dei residui passivi al 31 dicembre 2006; C) Bilancio Consuntivo CONI 2006. 

6) Varie: prima della fine del Consiglio, sono state effettuate le premiazioni con le stelle d’oro e d’argento ad alcuni dirigenti secondo il seguente ordine: Stelle d’Oro al Merito Sportivo - Riccardo Andriani (Giunta Nazionale 2001-2005), Luciano Barra (Incarichi nazionali e internazionali); Stelle d’Argento (Discipline Associate) -  Sandro Bellagamba (Giochi e Sport Tradizionali), Enrico Costa (Pallapugno), Mauro Facchetti, Ennio Falsoni (Kickboxing), Narcisio Gobbi (Canottaggio Sedile Fisso), Andrea Mancino (Biliardo), Giampietro Pagnoncelli (Scacchi), Ezio Paris (Orientamento); (Enti di promozione sportiva) - Piero Benedetti (ENDAS), Riccardo Bertollini (OPES), Giuseppe Bracco (PGS),Edio Costantini (CSI), Alfredo Cucciniello (US ACLI), Alfonso Ferrio (ASC), Antonio Lobina (AICS), Fiorenzo Pesce (CNS Fiamma), Francesco Proietti (CSEN), Antenore Vezzosi (ANSPI Sport), Gianfrancesco Lupattelli (MSP Italia); (Associazioni Benemerite) -  Gianfranco Baraldi (Azzurri d’Italia), Luigi Mario Bernardini (Istituti Attività Educative), Antonello Capone (USSI), Giuseppe Cilia (Collegio Nazionale Professori Educazione Fisica e Sportiva), Giuseppe Cindolo (Educatori Fisici e Sportivi),Giovanni Di Giorgi (Consulenza e Assistenza Impiantistica Sportiva), Antonio Mazzi (Promozione Sportiva nelle Comunità), Ignazio Pirastu (Sport contro Droga), Maurizio Tecardi (Collezionisti Olimpici e Sportivi), Federico Vicentini (Special Olympics Italia). 
Non avendo null’altro da deliberare il Consiglio Nazionale ha concluso i suoi lavori alle 10.45.