Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

head trofeo coni

7-ALTA-CORTEL’Alta Corte di Giustizia Sportiva ha ricevuto un ricorso da parte dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Libertas Scanzano contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio e nei confronti della Lega Nazionale Dilettanti, della Divisione Calcio a Cinque della Lega Nazionale Dilettanti e della Società Sportiva Dilettantistica Viagrande calcio a 5 s.r.l., avverso la decisione della Corte di Giustizia Federale della FIGC con la quale è stata confermata la decisione del Giudice Sportivo FIGC che ha inflitto, nei confronti della società ricorrente, la sconfitta della gara del 20.10.2012 - “Viagrande Calcio a 5 s.r.l.-Libertas Scanzano” - con il punteggio di 0-6, perché la Libertas Scanzano non ha provveduto a schierare nel suddetto incontro un numero di calciatori conforme alle specifiche disposizioni, relativamente al Campionato Nazionale di Serie B di calcio a 5.

La ricorrente chiede all’Alta Corte una riforma integrale dell’impugnata deliberazione della Corte di Giustizia Federale della FIGC, riconoscendo all’Associazione Sportiva Dilettantistica Libertas Scanzano la legittimità della partecipazione dei suoi tesserati alla predetta gara Viagrande-Scanzano del 20 ottobre e ripristinando il risultato acquisito sul campo (4-7).