Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

trofeo Coni 2019 basilicata finale

tnas_piccola_21.jpgL’Alta Corte di Giustizia Sportiva ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla società Volley Forlì contro la FIPAV e nei confronti della Lega Pallavolo Serie A Femminile, della società Volley Piacenza e della società Volley Pavia per l’annullamento, previa sospensione dell’esecuzione, della delibera emanata dal Consiglio Federale FIPAV il 19 luglio 2011, con la quale, oltre alla società Pavia (il cui ripescaggio non è contestato nel ricorso) è stata ripescata in Serie A1 la società Piacenza in luogo della società Volley Forlì che aveva presentato apposita domanda, nonché di ogni ulteriore atto, presupposto o conseguente.

La società Volley Forlì, che è stata peraltro condannata al pagamento delle spese processuali, chiedeva di essere ripescata in Serie A1 per la stagione sportiva 2011-2012.

Roma, 4 ottobre 2011