Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

trofeo Coni 2019 basilicata finale

palazzoh_interna_4cd9a7.jpgIl 207° Consiglio Nazionale del CONI presieduto da Giovanni Petrucci si è riunito questa mattina alle ore 9.30, a Roma per discutere il seguente ordine del giorno:

1) Approvazione verbale riunione del 6 dicembre 2007: il verbale è stato approvato all'unanimità.  

2) Comunicazioni del Presidente: il Presidente Giovanni Petrucci, dopo aver salutato l’ingresso in Consiglio nazionale del nuovo presidente ACI, Enrico Gelpi, di cui è in corso di perfezionamento la nomina, ha ricordato gli incoraggianti risultati ottenuti finora dagli atleti italiani in vista dei Giochi Olimpici Pechino 2008 dove hanno ottenuto la qualificazione già 188 azzurri. Il presidente si è detto però preoccupato sul fronte del finanziamento statale. Dopo aver ricordato l’Ordine del giorno diramato dalla Giunta Nazionale del 23 gennaio, in cui si esprimeva la preoccupazione per gli accantonamenti disposti dalla legge finanziaria 2007 che rendevano indisponibili 74 milioni di euro dei 450 previsti per il 2008 (-16,5%), le iniziative intraprese nei riguardi del Presidente del Consiglio Prodi e del Ministero vigilante sottolineando le conseguenze per la organizzazione sportiva alla vigilia dei Giochi Olimpici, in queste sedi è stato evidenziato ancora una volta la necessità di un meccanismo automatico di finanziamento del CONI così come auspicato dal Presidente della Repubblica. Petrucci ha ribadito che questa esigenza è supportata anche dal forte richiamo sui temi dell’autonomia dell’organizzazione sportiva che viene dal CIO visto i temi affrontati in un recente seminario (Autonomia del movimento sportivo 11-12 febbraio - Losanna) e che saranno ribaditi nel prossimo Congresso olimpico del 2009. Per migliorare in questa direzione il presidente ha annunciato la proposta di buon governo dello sport che sarà affrontata in questa riunione basata su trasparenza, efficienza e snellezza operativa in funzione dei mutamenti del fenomeno sportivo. Per migliorare mantenere alto il livello di autonomia bisogna dare impulso agli strumenti di controllo interno e di piena trasparenza e democrazie delle strutture del CONI. Petrucci ha ribadito che per essere autonomi non ci si può sottrarre a verifiche e controlli. Di questo il presidente ha informato i candidati premier alle prossime elezioni politiche così come ha riaffermato al Ministro vigilante la necessità dell’autonomia e dell’autofinanziamento insieme alla necessità di mantenere l’unitarietà dell’organizzazione sportiva italiana, valore questo da difendere da ogni tentativo di artificiose distinzioni dannose per la stabilità e credibilità del sistema. In questo senso Petrucci ha criticato la decisione del Ministero di destinare ai soli Enti di Promozione Sportiva la quota del fondo per “lo sport di cittadinanza” escludendo le Federazioni Sportive Nazionali e le Discipline Associate in contrasto con quanto stabilito nel tavolo di lavoro istituito presso il Ministero stesso. Alla scomposta reazione del coordinamento degli Enti su questo argomento il presidente non intende alimentare polemiche. I nuovi criteri di finanziamento alle Federazione sportive è un punto in più nella politica di trasparenza frutto, peraltro ribadito da Petrucci, del lavoro di una commissione composta da presidenti federali e membri di Giunta Nazionale durato quasi un anno. Nella stessa direzione va inserito il programma di verifiche  contabili presso le Federazioni, stabilite dalla Giunta Nazionale di ieri, riguardo l’ultimo quadriennio per le spese di rappresentanza,funzionamento, consulenze e trasferte. Nella lotta la doping significativo è stato il parere della WADA, ribadito al Ministro della Salute Livia Turco, sulla univocità del riconoscimento dell’organo mondiale dei laboratori accreditati antidoping, in ragione delle ipotesi di laboratori regionali. In vista dei prossimi Giochi Olimpici il Presidente ha segnalato la necessità , già espressa dalla Giunta Nazionale, di riunire i Presidenti federali, i Commissari tecnici, e i medici Federali per approfondire le tematiche necessarie e le conseguenti assunzioni di responsabilità. Nel ringraziare Torino per la candidatura posta per i Giochi Olimpici della Gioventù 2010, che sono stati assegnati dal CIO a Singapore, il presidente ha ricordato l’importanza di questa prima edizione olimpica giovanile a cui prenderanno parte 3200 giovani atleti di 26 discipline olimpiche. E’ stato annunciato inoltre l’accordo firmato per l’affitto dell’Area Haidian Park che sarà sede di Casa Italia a Pechino 2008. Dopo l’approvazione del bilancio preventivo dei Giochi del Mediteranno Pescara 2009 una ulteriore verifica sullo stato di avanzamento organizzativo è stato disposto il 14 gennaio dal Presidente del CIJM Ad dadi, che ha sollecitato una rapida azione di recupero per il tempo trascorso non sempre in maniera produttiva. Il presidente poi ha ricostruito l’iter delle modifiche statutarie. Dopo aver recepito le osservazioni del Ministero Vigilante (21 dicembre 2007), la Commissione di esperti lo scorso 8 febbraio, ha predisposto alcune modifiche al testo approvato in precedenza e dopo l’approvazione della Giunta sono ora all’approvazione del Consiglio. Il presidente ha poi ricordato i contatti con INPS e INAIL dopo la soppressione della Sportass e il recente accordo stipulato con la Ferrari per la realizzazione di ricerche comuni nei settori dell’aerodinamica, veicolo e materiali, in funzione delle attività olimpiche e paralimpiche. Infine il presidente si è soffermato sulla attuale situazione del rinnovo contrattuale dei dipendenti ricordando i principi del buon senso e il quadro normativo a cui si ispira ribadendo la ineluttabilità della natura privatistica affermata espressamente dal Ministero dell’Economia e della Banca d’Italia. Il presidente ha auspicato, quindi, che si analizzino i contenuti con serenità e senza riserve mentali sgomberando il campo dagli equivoci.
Sulla relazione del Presidente sono intervenuti Binaghi (Tennis) che si è sentito offeso dal documento degli Enti di Promozione Sportiva; Fossati (Uisp) che ha replicato; Croce (Sport Equestri), Rizzoli (Bocce), Abete (calcio), Fraccari (Baseball), Rossi (Tiro a Volo), Piergiovanni (Endas), Matteoli (Pesca Sportiva), Rizzoli (Coni Bologna), Arese (Atletica), Buonfiglio (Canoa), Casasco (Medici Sportivi), Nicetto (Canottaggio), Turco (Aics), Arancio (Atleti) e Barbaro (Asi) sono tutti intervenuti sul documento degli Enti di Promozione. A tutti ha replicato il Presidente Petrucci criticando l’atteggiamento posto in essere dagli Enti e invitandoli ad una maggiore collaborazione e al dialogo.

3) Statuto CONI: il Segretario ha posto in approvazione la delibera per le modifiche allo Statuto del CONI sulla base delle indicazioni formulate dalla commissione dei saggi composta da Manzella, Cardia, Frattini e Napolitano. La delibera è stata approvata all’unanimità.

4) Attività FSN-DSA-EPS: il Segretario ha posto in approvazione la delibera per il riconoscimento ai fini sportivi della Società “Gaetano Simoni” della FIDAL. La delibera è stata approvata all’unanimità.

5) Affari amministrativi e bilancio CONI: nulla da deliberare.

6) Varie: Al termine della riunione, il Presidente del CONI Giovanni Petrucci ha premiato i vincitori del Concorso Internazionale “Arte e Sport” indetto dal CIO per tutti i Comitati olimpici e dal CONI affidato alla Accademia Olimpica Nazionale Italiana. Al Concorso, che vede i vincitori in lizza a Losanna per il premio internazionale, hanno partecipato 56 opere di scultura e pittura, esposte recentemente al Museo del Corso a Roma. Nella sezione Pittura e Grafica ha vinto il primo premio Ketty Rambaldi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, con l’opera dal titolo “Essere primi, essere vivi” mentre nella sezione scultura il primo posto è stato attribuito a Giordano Loi, dell’Accademia Belle arti di Urbino, per “Frammenti di chimera”. La Giuria era composta da: Mauro Checcoli (olimpionico e presidente della Accademia Olimpica), Prof.ssa Sandra Pinto (ex sovrintendete della Galleria d’Arte Moderna di Roma), Prof. Antonio Passa (ex direttore della Accademia di Belle Arti di Roma),  Dott. Gianpaolo Montali (collezionista d’Arte ed ex tecnico della Nazionale maschile di pallavolo) e il pittore romano Domenico Bianchi. Non avendo null’altro da deliberare il Consiglio Nazionale ha concluso i suoi lavori alle 12.00.      Visualizza la gallery

Roma, 26 febbraio 2008