Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

head trofeo coni

antidoping_big_5e57de.jpgL’Ufficio di Procura Antidoping nel corso della propria attività istruttoria ha acquisito anche per Commissione Rogatoria elementi utili al prosieguo di un procedimento disciplinare per accertare eventuali responsabilità, in materia di violazioni della normativa antidoping, allo stato riferibili ai Dottori Eufemiano Fuentes e Merino Batres coinvolti nell’Operacion Puerto. A tal proposito è stato aperto un procedimento disciplinare sportivo, dandone contestuale comunicazione giudiziaria alla Procura della Repubblica di Roma per gli adempimenti di competenza anche ai sensi degli articoli 1 e 9 della Legge 376/2000. In ossequio alle vigenti Norme Sportive Antidoping, articolo 3, comma 7 delle Istruzioni Operative della Procura Antidoping, è infatti compito del predetto Ufficio accertare responsabilità anche di soggetti stranieri non tesserati, ai fini della sanzione dell’inibizione a tutte le attività connesse all’esercizio della pratica sportiva in Italia con conseguente divieto agli atleti di avvalersi delle prestazioni professionali dei predetti medici, laddove giudicati responsabili. Roma, 9 gennaio 2008