Rio 2016

XXXI edizione delle Olimpiadi estive

Vai al sito di Rio 2016

I cinque cerchi che abbracciano il Sudamerica, una prima volta speciale. La XXXI edizione dei Giochi Olimpici Estivi ha scritto la storia, illuminando il Brasile, la sua gioiosa tradizione, le meraviglie della natura e quel contesto festoso che fa contraltare alla povertà e alle criticità di un territorio che entra nel cuore di chi ha il privilegio di scoprirlo e apprezzarlo. 

Il 5 agosto del 2016 è il Maracana a offrire la maestosa cornice di uno spettacolo indimenticabile, che si snoda attraverso un copione suggestivo e lineare: le immagini dell’oceano, della spiaggia, la cultura carioca che si apre al mondo, il Cristo Redentore che allarga le braccia sulla Terra e su quei continenti che il movimento olimpico si prefigge di unire, oltre ogni barriera. 

“Un nuovo mondo” non è solo lo slogan scelto per i Giochi ma la filosofia dominante per valorizzare l’evento, un orizzonte per lasciarsi alle spalle i problemi dando voce alle virtù di un popolo e di un territorio dalle potenzialità infinite. 

L’Italia Team ha salutato il Brasile con la conferma al 9° posto nel medagliere olimpico (che ha visto primeggiare gli Stati Uniti, davanti a Gran Bretagna e Cina) con 28 podi (8 ori, 12 argenti e 8 bronzi), come nelle ultime due edizioni estive ma con un numero maggiore complessivo di argenti (12, tre in più), nonostante il programma penalizzante e le circa 50 medaglie perse complessivamente da Russia e Cina. Sono cresciuti i Paesi a medaglia, 87 contro gli 85 di Londra e gli 86 di Pechino, in aumento anche le Nazioni capaci di conquistare almeno un oro: 59 a Rio, contro le 54 delle due precedenti edizioni. 

Per gli sport di squadra è stata la spedizione più importante: ad Atene arrivarono 4 medaglie con 8 squadre, a Rio 3 con 4 e una media più alta (75%).

Niccolò Campriani, grazie alle imprese nella carabina 10 metri e 3 posizioni, è diventato il 5° azzurro della storia a vincere 2 ori individuali nella stessa edizione dopo Nedo Nadi e Ugo Frigerio nel 1920, Sante Gaiardoni nel 1960 e Domenico Fioravanti nel 2000, Gregorio Paltrinieri il primo a vincere un oro nelle lunghe distanze nel nuoto. Elia Viviani ha conquistato il primo oro azzurro nell’omnium. La coppia Cagnotto-Dallapè ha ottenuto la prima medaglia olímpica femminile nella storia dei tuffi in Italia, Lupo e Nicolai hanno messo in bacheca la prima medaglia nella storia del beach volley. 

I Giochi Olimpici a Rio sono stati vissuti dalla missione azzurra nella Casa Italia più bella di sempre, concepita all'interno del Costa Brava Club, punto d'incontro tra le eccellenze del nostro Paese, capace di guadagnare la ribalta e l’apprezzamento internazionale, esaltando il Made in Italy in Brasile.

Verranno ricordati come i Giochi delle icone intramontabili Phelps e Bolt, rispettivamente con altri 5 e 3 ori all’attivo, ma anche quelli della stella del nuoto Katie Ledecky e della funambola della ginnastica artistica Simone Biles. La fiamma olimpica si sposta in Asia: appuntamento a Tokyo 2020.

Statistiche totali

Nazioni partecipanti 207

Atleti partecipanti 11238

Italiani partecipanti 314

Medaglie Azzurre

8

12

8

Le medaglie azzurre di Rio 2016

Oro
Tiro a Volo Skeet (75 colpi)
Oro
Judo 66 kg
Oro
Tiro a Segno Carabina a.c. 10 m (60 c.)
Oro
Tiro a Segno Carabina 50 m 3 p.
Oro
Scherma fioretto individuale
Oro
Nuoto 1.500 m stile libero
Oro
Tiro a Volo Skeet (125 colpi)
Oro
Ciclismo Pista Omnium
Argento
Nuoto di Fondo 10 Km
Argento
Tuffi Tramp. 3 m sincro
Argento
Tiro a Volo Skeet (75 colpi)
Argento
Scherma fioretto individuale
Argento
Scherma spada individuale
Argento
Scherma spada a squadre
Argento
Judo 52 kg
Argento
Tiro a Volo double trap
Argento
Beach Volley
Argento
Tiro a Volo trap
Bronzo
Canottaggio due senza
Bronzo
Tuffi Trampolino 3 m
Bronzo
Canottaggio quattro senza
Bronzo
Lotta
Bronzo
Nuoto 1.500 m stile libero
Bronzo
Nuoto 400 stile libero
Bronzo
Ciclismo strada individuale