Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

biathlon_buonaBiathlon: La gara femminile della 10 km inseguimento si è conclusa con Michela Ponza al 50° posto in ritardo di 5’55”9 (0 -1-0-0) dalla vincitrice, la tedesca Magdalena Neuner,  che ha coperto la distanza in 30’16.0 (0-0-1-1). Al 51° posto si è classificata Katya Haller a 6’04".9  (1-2-2-0) mentre Karin Oberhofer è giunta  53° a 6’24”3 (2-3-1-0). La medaglia d’argento è andata alla slovacca Anastazia Kuzmina  con 12” (0-1-1-0) di ritardo  mentre terza è stata la francese Laure Marie  Brunet  a 28”3 (0-0-0-0).

Nella 12,5 km inseguimento maschile Markus Windish si è classificato 53° a +6’12”4 (0-2-3-1), dal primo, lo svedese Bijorn Ferry 33’38”4 (0-0-0-1), Lukas Hofer 54° a 6’12”5 (2-0-2-1) e Mattia Cola 55° a 6’12”5 (0-0-0-4). Il secondo posto è stato ottenuto dall’austriaco Christoph Sumann +16”5 (0-0-1-1), il terzo  dal francese Vincent Jay +28” (0-0-1-1).

Snowboard: Sulla pista di Cypress Mountain resa difficile dalla nebbia, che ha costretto gli organizzatori prima a posticipare l’inizio di due ore poi, in alcuni momenti, a sospendere le discese, Raffaella Brutto ha concluso le due manche di qualificazione al 17° posto. Nelle due prove, con la pista resa molto più difficile, molte atlete sono cadute tanto che in 9 non hanno potuto portare a termine almeno una delle discese. Anche Raffaella ha avuto difficoltà in entrambe le manche. Caduta in prossimità traguardo nella prima discesa, conclusa a 1’34”12, non è andata meglio nella seconda con 1’37”44.  Ha vinto la canadese Maelle Ricker davanti alla francese Deborah Anthonioz e alla svizzera Olivia Nops.

Pattinaggio velocità: Chiara Simionato nella prima gara dei 500 metri si è classificata al 28° posto (39”480). Nelle seconda prova l’azzurra ha migliorato la sua prestazione con 38”285 chiudendo al  25° posto (78”76). La medaglia d’oro è andata alla coreana Sang Hwa Lee (76”09) precedendo la tedesca Jenny Wolf (76”14) terza la cinese Beixing Wang (76”63).

Slittino: Alessandra Gasparini dopo la terza prova è al 22° posto in classifica (2’07”381; +2'474). Con una quarta manche percorsa in 42”621 l’azzurra ha recuperato due posizioni, chiudendo al 20° posto (2’50”002). Tatjana Huefner (Ger) ha conquistato il primo posto (2’46”524), seconda è giunta l’austriaca Nina Reithmayer (2’47”014), terza la tedesca Natalia Geisenberger (2’47”101).

Pattinaggio di Figura: Le stelle dell’artistico maschile sono scese in pista nel Pacific Coliseum. Il programma corto ha fornito già una prima indicativa classifica: il russo Plushencko, lo statunitense Lysacek e il giapponese Takahashi si contenderanno il primato. Samuel Contesti con 70,60 punti è risultato 14° mentre Paolo Bacchini con 64,42 ha chiuso la prima prova al 20° posto. Il 18 febbraio il programma libero assegnerà le medaglie