Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Trofeo CONI - Generico

(agc) - Gilberto Simoni a Folgaria ha vinto domenica il campionato italiano Marathon, gara che ha concluso la stagione estiva delle lunghe distanze. Il trentino ha vinto davanti agli specialisti del settore. Un successo giunto un po’ a sorpresa, visto che tutti gli addetti ai lavori erano convinti che Simoni avrebbe avuto bisogno di maggior tempo prima di riuscire a vincere anche in questa specialità. Inutile, almeno per ora, farsi illusioni. La carriera di Simoni sulla strada è ancora ampiamente assicurata, come lui stesso ha tenuto a sottolineare subito dopo la gara: “Questa maglia tricolore ha un buon valore per me anche se, questo, non è il mio ambiente e non sono venuto per dimostrare nulla. Ad ogni modo, ci tenevo molto a vincere oggi. In gara ho sempre tirato dall’inizio alla fine, forse sono partito troppo presto perché, in alcuni punti, mi sono trovato da solo senza riferimenti. Ho staccato Pallhuber quando è caduto, poi è rientrato, ha forato e si è staccato nuovamente. A Passo Coe ho forzato l’andatura anche perché Marzio Deho incalzava. Cosa cambierà nella mia vita questa maglia? Una soddisfazione in più ma io ritorno al mio ambiente”. Tra le donne dominio assoluto di Annabella Stropparo, che taglia il traguardo in perfetta solitudine e si conferma vera mattatrice della stagione, con ben tre titoli italiani: crosscountry, ciclocross e marathon. Da ricordare anche il successo tra gli Under 23 di Andrea Tiberi del Team Ktm, che è giunto 20° al traguardo ed ha superato nella classifica di categoria Thomas Paccagnella (Full Dynamix) di circa 2’; terzo Marco Cellini (Asd Grotte di Castro). Classifica Assoluta: 1. Gilberto Simoni (Duval Souvenir) in 4h19’04”; 2. Marzio Deho (GS Cicli Olympia) in 4h20’01”; 3. Massimo De Bertolis (Team Full Dynamix) in 4h23’12”; 4. Paolo Alberati (Kona Top Race) in 4h25’27”; 5. Johann Pallhuber (Team Mapei Merida) in 4h28’22”; 6. Martino Fruet (Arcobaleno Carraio Team) in 4h30’25”; 7. Walter Costa (Team Salieri) in 4h30’47”; 8. Leonardo Moser (Acqua e Sapone) in 4h35’58”; 9. Fabio Malberti (Spreafico Olympus) in 4h36’49”;10. Johnny Cattaneo (Bicimania Lissone) in 4h37’21”. Donne: 1. Annabella Stropparo (Spreafico Olympus) in 4h23’54”; 2. Elena Gaddoni (Team Salieri) in 4h27’46”; 3. Claudia Marsilio (Team Dart) in 4h39’05”; 4. Michela Benzoni (Bicimania Lissone) in 4h45’42”; 5. Monica Gabbanelli (Bici Adventure) in 5h01’29”; 6. Lorena Zocca (Team Giambenini Maddiline) in 5h03’05”; 7. Romina Cipriani (Bike Pro Action) in 5h10’44”; 8. Sandra Scurani (Asd Biella Biking) in 5h14’; 9. Barbara Oberdorfer (L'Arcobaleno Carraro Team) 5h17’58”; 10. Incristi Antonella (Team Granzon) 5h20’55”.