Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Adesione al Global Compact delle Nazioni Unite

 

Il CONI, il 29 aprile 2016, è stato inserito dalle Nazioni Unite nella lista delle organizzazioni facenti parte del Global Compact. Il Global Compact è un codice volontario che nasce dalla volontà di promuovere un’economia globale sostenibile e richiede alle aziende ed alle organizzazioni che vi aderiscono l’adozione di comportamenti proattivi nel campo della tutela dei diritti umani, dell'ambiente, della sicurezza sul lavoro, della lotta alla corruzione e più in generale di supportare i più ampi obiettivi di sviluppo posti dalle Nazioni Unite stesse.

    L’iniziativa persegue due finalità complementari:
  • far diventare il Global Compact delle Nazioni Unite e i suoi Dieci Principi parte integrante della strategia e delle operazioni quotidiane delle imprese che vi aderiscono;
  • catalizzare le azioni a supporto dei più generali obiettivi delle Nazioni Unite, includendo gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e quelli che saranno adottati nell’Agenda per lo Sviluppo Post 2015.

I principi fondanti del Global Compact sono 10:

Diritti Umani

1.Promuovere e rispettare i diritti umani universalmente riconosciuti nell'ambito delle rispettive sfere di influenza

2.Assicurarsi di non essere, seppure indirettamente, complici negli abusi dei diritti umani

Lavoro

3.Sostenere la libertà di associazione dei lavoratori e riconoscere il diritto alla contrattazione collettiva

4.Eliminare tutte le forme lavoro forzato e obbligatorio

5.Eliminare effettivamente il lavoro minorile

6.Eliminare ogni forma di discriminazione in materia di impiego e professione

Ambiente

7.Sostenere un approccio preventivo nei confronti delle sfide ambientali

8.Intraprendere iniziative che promuovano una maggiore responsabilità ambientale

9.Incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino l'ambiente

Lotta alla corruzione

10.Impegnarsi a contrastare la corruzione in ogni sua forma, incluse l'estorsione e le tangenti

Il CONI, con l’adesione al Global Compact ha assunto il dovere di rendicontare e comunicare alle Nazioni Unite, con cadenza biennale l’impegno dell’Ente nell’adozione dei Dieci Principi, i progressivi avanzamenti nell’implementazione degli stessi e le iniziative portate avanti.
Il Global Compact ha una natura multi-stakeholder aperta quindi alla partecipazione di differenti attori come: aziende, organizzazioni accademiche, città, sindacati, ONG, pubbliche amministrazioni e istituzioni. Ad oggi hanno aderito più di 8.000 aziende provenienti da 160 paesi e oltre 4.000 partecipanti sono del mondo non business, dando vita a una nuova realtà di collaborazione mondiale. In Italia sono già presenti più di 200 tra le più grandi organizzazioni.

 

Di seguito riportiamo lo schema di raccordo che evidenzia la correlazione tra le linee guida del “Bilancio di Sostenibilità CONI” e i principi del Global Compact.