Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping, nel procedimento disciplinare a carico di Alessandro Bonanni (tesserato FIN), visti gli artt. 2.1, 4.2.2 e 4.5.1.1 delle Norme Sportive Antidoping, ha inflitto all'atleta due mesi di squalifica, a decorrere dal 24 febbraio 2016 e con scadenza al 23 aprile 2016. Ha disposto l’invalidazione dei risultati eventualmente conseguiti a decorrere dal 31 gennaio 2016 e condannato l’atleta al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfetariamente in euro  378,00.    

 

Nel procedimento disciplinare a carico di Michele Franceschetti, (tesserato FCI) visti gli artt. 2.1 e 4.2.3 delle NSA, ha inflitto all'atleta sei mesi di squalifica, a decorrere dal 6 maggio 2016 e, dedotto il pre-sofferto, con scadenza al 5 settembre 2016. Ha disposto, inoltre, ai sensi dell’art. 10 del CSA l’invalidazione dei risultati eventualmente conseguiti a decorrere dal 27 settembre 2015 e condannato l’atleta al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfetariamente in euro 378,00.

 

Nel procedimento disciplinare a carico di Roberto Giorgi (soggetto non tesserato) visti gli artt. 2.7, 4.3.2,e 6 delle NSA, gli ha inflitto 20 anni di inibizione, a decorrere dal 6 maggio 2016 e con scadenza al 5 maggio 2036. Ha condannato Giorgi al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfetariamente in euro 378,00.

 

Nel procedimento disciplinare a carico di Sebastiano Signorino (tesserato FCI/CIP), visti gli artt. 4.2.1, 4.7.1 e 4.11.1 delle NSA, ha inflitto 8 anni di squalifica, a decorrere dal 28 giugno 2015 e con scadenza al 27 giugno 2023. Ha disposto l’invalidazione dei risultati eventualmente conseguiti a decorrere dal 28 giugno 2015 e condannato l’atleta al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfetariamente in euro  euro 1.000,00.

 

Nel procedimento nei confronti di Marco Capello e Enrico Biganzoli, soggetti non tesserati, la Prima Sezione del TNA ha disposto l'archiviazione dei procedimenti, accogliendo le richieste avanzate dall'Ufficio di Procura Antidoping.