Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Automobile Club d'Italia

CSAI

(Commissione Sportiva Automobilistica Italiana)


Presidente: Angelo Sticchi Damiani

Via Solferino, 32 - 00185 Roma

T. +39 0649982805 / 0649982806 - F. +39 064940961

Ufficio stampa: t. +39 0649982817 / 0649982821 - F.: +39 064940961

  1. www.csai.aci.it

 

La storia dell'ACI

Costituzione:

L'Automobile Club d'Italia (ACI) trae origine dalla costituzione, avvenuta nel 1898, dell'Automobile Club di Torino. L'anno seguente il club torinese assunse la denominazione di Club Automobilisti d'Italia. Nel febbraio 1904, in un convegno tenuto a Torino, prese vita l'Unione Automobilistica Italiana (UAI). Il 25 gennaio 1905 venne infine costituito, con sede a Torino, l'ente nazionale denominato Automobile Club d'Italia.

L'ACI venne eretto in Ente morale con R.D. 14.11.1926, n. 2481, e la sua sede trasferita a Roma dal 1928 quando mutò la sua dizione in Reale Automobile Club d'Italia. Della parte più specificatamente sportiva, fino alla guerra, si occupò la Federazione Automobilistica Sportiva Italiana (FASI). A seguito della costituzione della Repubblica, ha ripreso l'antica dizione di Automobile Club d'Italia. Le attività sportive nel suo ambito sono ora delegate alla Commissione Sportiva Automobilistica Italiana (CSAI). Federazione elencata nella Legge 16.2.1942, n. 426 (come FASI).


Denominazione:

Unione Automobilistica Italiana (UAI) nel 1904; Automobile Club d'Italia (ACI) dal 1905 al 1928; Reale Automobile Club d'Italia (RACI) dal 1928 al 1934; Reale Automobile Circolo d'Italia dal 14 novembre 1934 (R.D. n. 2323) al 6 novembre 1944; di nuovo Reale Automobile Club d'Italia dal 1944 (Decr.Luog.) ed infine, dal 1946, Automobile Club d'Italia.


Sedi federali:

1905-1926 Torino; dal 1926 Roma.


Primo campionato nazionale:

1927.


Presidenti

1898 - 1902 Conte Roberto Biscaretti di Ruffia

1902 - 1904 Marchese Emanuele Cacherano di Bricherasio

1904 - 1905 Marchese Alfonso Ferrero di Ventimiglia

1905 - 1906 Sen. Marchese Lorenzo Ginori Lisci

1906 - 1908 Sen. Principe Piero Strozzi

1908 - 1920 Marchese Alfonso Ferrero di Ventimiglia

1921 - 1926 Sen. Teofilo Rossi di Montelera

1926 - 1930 Sen. Silvio Cresci

1931 - 1932 Barone Giuseppe Federici di Abriola

1932 - 1934 On. Pietro Parisio (Commissario)

1934 - 1935 S.A.R. Aimone di Savoia, duca di Spoleto

1935 - 1936 On. Gaetano Postiglione

1936 - 1943 Conte Alberto Bonacossa

1944 Giuseppe Patruno (Commissario)

1944 - 1951 Principe Filippo Caracciolo di Castagneto (Reggente CONI)

1951 -1965 Principe Filippo Caracciolo di Castagneto (deceduto in carica)

1965 -1969 Luigi Bertett

1969 -1972 Gustavo Marinucci

1972 -1982 Filippo Carpi de Resmini

1982 - 2000 Rosario Alessi

2000 - 2007 Franco Lucchesi

2008 - 2011 Enrico Gelpi

2011 - Angelo Sticchi Damiani


Segretari

1926 -1934 Paolo Sommi Picenardi

1935 -1936 Luigi Maggioni

1936 -1944 Ivo Magnani

1944 Antonio Cataldo

1944 -1946 Giovanni Ricci

1947 -1950 Giovanni Canestrini

1950 -1974 Francesco Mungo

1975 - 2003 Giuseppe Spizuoco

2003 - 2016 Ascanio Rozera

2016 - Francesco Tufarelli 

Via Marsala, 8, Roma

Telefono:+39 06 49981

Fax:+39 06 49982426

Url:www.aci.it

Presidente:Angelo Sticchi Damiani

Segretario:Francesco Tufarelli