Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

18021-FORO1 SMALLIl CONI ha ricevuto questa mattina una dichiarazione di appello al Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna nei suoi confronti, avverso il parere dei medici dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del 19 aprile 2012 (confermato con comunicazione del 20 giugno successivo) con il quale è stata espressa valutazione negativa al conseguimento da parte dell’atleta Piero Sibello (Federazione Italiana Vela) della qualifica di atleta “Probabile Olimpico”.

Al riguardo il CONI rileva che al di là delle questioni giuridiche – in particolare legate alla carenza di giurisdizione da parte del TAS – le conclusioni a cui sono giunti i medici dell’Istituto sono state basate su solide argomentazioni di autorevoli esperti scientifici.

Pur comprendendo l’amarezza dell’atleta, il CONI non può quindi che ribadire e mantenere fermo il proprio impegno-dovere sulla salvaguardia della salute degli atleti, che rappresenta un interesse primario e non sacrificabile all’interesse delle medaglie.

Roma, 4 luglio 2012