Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Sarajevo 1984

XIV edizione delle Olimpiadi invernali

Le tensioni del clima politico s'erano attenuate e Sarajevo registrò il record delle partecipazioni. Gli italiani vinsero due medaglie d'oro. La meno attesa fu quella di Paoletta Magoni nello slalom, al termine di una gara falcidiata da incidenti e da ritiri. Dopo aver chiuso la prima manche col quarto tempo, Paoletta imbroccò nella nebbia la discesa capolavoro della vita. L'altra medaglia d'oro la portò a casa, nello slittino, il trentunenne carabiniere Paul Hildgartner. Unico a scendere sotto i 46 secondi, si classificò terzo nella prima discesa, secondo nella seconda, per chiudere infine al primo posto nelle due manches finali. Sempre presente ai Giochi dal 1972 al 1988, Hildgartner ha vinto in tutto 2 medaglie d'oro (biposto nel 1972 e monoposto nel 1984) e 1 d'argento (monoposto nel 1980). L'eroina dei Giochi di Sarajevo fu la fondista finlandese Marja-Liisa Hamalainen che vinse tre medaglie d'oro (5 km, 10 km e 20 km) e una di bronzo (staffetta). Dieci anni più tardi, lo stadio olimpico di Sarajevo venne trasformato in un cimitero per i caduti della guerra nell'ex-Jugoslavia.

Le medaglie azzurre di Sarajevo 1984

Oro
Slittino singolo
Oro
Sci Alpino slalom donne