Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 891

Atlanta 1996

XXVI edizione delle Olimpiadi estive
Dichiaro aperti i Giochi di Atlanta che celebrano la ventiseiesima olimpiade dell'era moderna.
Con queste parole il presidente Bill Clinton ha strappato una lunga ovazione agli 83.000 spettatori presenti alla cerimonia d'apertura. Per la quarta volta in meno di un secolo gli Stati Uniti celebravano i riti dei cinque cerchi. La fiaccola per accendere il tripode è stata affidata, con un sapiente colpo di teatro, alle mani tremanti e malate di uno degli esponenti più popolari dello sport americano, Muhammad Alì, vincitore, con il nome di Cassius Clay, del titolo olimpico dei massimi a Roma '60. L'edizione del Centenario però ha presentato aspetti contraddittori. La città di Atlanta, tra i centri più importanti del sud degli Stati Uniti, malgrado l'impressionante tecnologia dispiegata - che sovente però non ha funzionato a dovere - ha mostrato al mondo un volto distratto e caotico che ha imposto ai vertici del CIO una severa riflessione sulla scelta delle future sedi olimpiche. Il clima opprimente delle misure di sicurezza predisposte dalle autorità s'è fatto poi insostenibile dopo il folle attentato all'Olympic Park.

Un ambiente non sempre favorevole alle prestazioni degli atleti che tuttavia non sono mancate. Quelle di Atlanta erano le prime Olimpiadi a numero chiuso , dove gli atleti dovevano conquistare sul campo, in difficili selezioni preolimpiche, il diritto di gareggiare nei Giochi. L'ultima novità, che assieme alla totale apertura ai professionisti, ha fatto di questa edizione dei Giochi una rassegna completamente diversa da quella immaginata da De Coubertin, ma in perfetta linea con i tempi , con i gusti della gente e della TV.

L'eroe dei Giochi è stato il texano Michael Johnson che ha compiuto la storica impresa, di vincere nella stessa Olimpiade il titolo dei 400 metri e tre giorni dopo quello dei 200 metri. In quest'ultima gara, il ventinovenne texano ha ammutolito il mondo portando il record mondiale ad un incredibile 19 32. Per restare alla velocità (esaltata da una pista di costruzione italiana) in precedenza era caduto anche il primato del mondo dei 100 metri riscritto dal canadese Donovan Bailey vincitore in 9 84 davanti al namibiano Frank Fredericks e alla stella di Trinidad Ato Boldon per i più veloci cento della storia dell'atletica. Anche Carl Lewis ha avuto il suo record tutto personale: a 35 anni ha saputo vincere la quarta medaglia d'oro consecutiva nel salto in lungo. Ai Giochi di Atlanta hanno partecipato 197 nazioni, un record assoluto. Era presente anche una rappresentanza della Palestina, mentre la squadra sudafricana sfilava dietro il nuovo vessillo della riunificazione razziale. E toccava proprio a uno sconosciuto sudafricano di colore Josia Thugware , vincere la più classica delle gare olimpiche, la maratona.

Alle Olimpiadi non mancano eroici e piccoli drammi personali. Come quello della piccola ginnasta statunitense Kerri Strug che, fratturatasi una caviglia alla conclusione del volteggio, è riuscita ugualmente a concludere l'esercizio contribuendo alla prima vittoria della squadra USA nella ginnastica. Anche per Jury Chechi, dominatore da anni negli anelli, si è trattato della prima medaglia d'oro ai Giochi, dopo il forfait di Barcellona 92 causato da un infortunio proprio a pochi giorni dalle gare. Gli Italiani, protagonisti dall'inizio alla fine, hanno esordito vincendo con Roberto Di Donna la prima medaglia d'oro messa in palio il 20 luglio nel tiro a segno pistola aria compressa e pur sbagliando l'ultima finale in programma il 4 agosto, hanno concluso i Giochi con una medaglia d'argento nella pallavolo. In tutto 13 medaglie d'oro 10 d'argento e 12 di bronzo certamente l'affermazione olimpica più prestigiosa di tutti i tempi se rapportata al numero di prove e al numero degli atleti partecipanti.

Nel computo delle medaglie gli Stati Uniti hanno superato quota 100 riportando 44 ori 32 argenti e 25 bronzi.Nel totoale sono stati seguiti dai tedeschi con 65 medaglie, di cui 20 d'oro, tornati in primissimo livello dopo la crisi seguita alla riunificazione. Alle spalle dei due colossi sportivi troviamo Russia (61 medaglie ,26 d'oro), Cina (50 medaglie) Australia (41 medaglie), Francia (37 medaglie) Italia (35 medaglie).

Le medaglie azzurre di Atlanta 1996

Oro
Canoa K1 500 m
Oro
Canoa K2 1.000 m
Oro
Canottaggio due di coppia
Oro
Ciclismo corsa a punti
Oro
Ciclismo cross country donne
Argento
Canoa K1 500 m
Argento
Canoa K1 1.000 m
Argento
Ciclismo individuale su strada donne
Argento
Judo 60 Kg
Argento
Scherma fioretto individuale donne
Argento
Scherma spada a squadre donne
Argento
Tiro a Volo double trap
Argento
Atletica Leggera Salto in Lungo
Argento
Atletica Leggera marcia 10 Km donne
Oro
Ciclismo inseguimento individuale
Oro
Ciclismo inseguimento individuale donne
Oro
Ginnastica anelli
Oro
Scherma fioretto individuale
Oro
Scherma fioretto a squadre donne
Oro
Scherma spada a squadre
Oro
Tiro a Segno Pistola a.c. 10 m
Bronzo
Tiro a Segno pistola libera 50 m
Oro
Tiro a Volo skeet
Bronzo
Atletica Leggera 3.000 siepi
Bronzo
Atletica Leggera 5.000 m donne
Bronzo
Vela classe Mistral donne
Bronzo
Tiro a Volo skeet
Bronzo
Canoa K1 500 m donne
Bronzo
Judo 72 Kg donne
Bronzo
Nuoto 200 m dorso
Bronzo
Scherma fioretto individuale donne
Bronzo
Scherma sciabola a squadre
Bronzo
Tiro con l'arco a squadre