Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Corte di Cassazionea cura di Monica La Pietra, Flaminia Ielo

"In tema di misure volte a prevenire fenomeni di violenza in occasione di competizioni sportive, il provvedimento di cui all'art. 6, comma settimo, legge 401 del 1989 deve essere formulato in modo da consentire l'osservanza dello stesso e deve rispondere ai principi di ragionevolezza e proporzionalità, di cui deve dare conto, in considerazione della diretta incidenza che tali prescrizioni possono avere sulla libertà personale. (Fattispecie in cui la Corte ha ritenuto viziata la motivazione della sentenza di appello che non aveva esaminato la doglianza relativa alla mancata determinazione delle manifestazioni sportive per cui il divieto doveva ritenersi operante)."

 

Scarica qui il testo del provvedimento in PDF