Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

L’istruzione e la formazione in ambito UE

Nell’Unione Europea (UE) l’ istruzione e la formazione, in stretto collegamento con le politiche del lavoro, sono ritenute uno strumento essenziale per la coesione sociale. Come ben richiamato anche dallo SNaQ,l’Ue non attua una politica comune sull’educazione e la formazione, tuttavia si avvale, mediante azioni a livello europeo, di specifiche modalità di promozione della cooperazione come i programmi di azione comunitari (Programma Lifelong Learning) o la legislazione comunitaria su specifiche politiche finalizzata alla promozione della cooperazione tra Stati membri (raccomandazioni, comunicazioni, documenti di lavoro,ecc.).
Sia per gli obiettivi perseguiti sia per la tipologia dei beneficiari, il modello sportivo italiano CONI-FSN potrebbe essere interessato nel campo della formazione a sviluppare sinergie in ambito LLP, a supporto dell’implementazione dello SNaQ, strumento che consente ad ogni Federazione o altra Organizzazione interessata, se necessario, di articolare in maniera differente il proprio impianto e gestire conseguentemente la propria formazione, pur nella cornice generale del modello proposto.

La Strategia di Lisbona, nata nel marzo del 2000 nell’ambito del Consiglio europeo, fa particolare riferimento alle politiche per l’istruzione e la formazione in termini di potenziamento e miglioramento degli investimenti nel capitale umano e di adattamento dei sistemi di istruzione e formazione ai nuovi requisiti in termini di competenze. In tale contesto si colloca il Programma di lavoro “Istruzione & formazione 2010”, con il quale sono stati stabiliti obiettivi comuni per gli Stati membri, come il miglioramento della qualità e dell’efficacia dei sistemi e dei servizi, parametri di riferimento (benchmarks) concordati e politiche da realizzare, a livello europeo e nazionale, nell’ambito di un approccio lifelong learning in materia di istruzione scolastica, istruzione e formazione professionale (VET), educazione degli adulti ed istruzione superiore.

Per amplificare la portata delle attività già in essere,  il progetto LLL Sport, finanziato dalla Commissione Europea, è stato sviluppato non solo per promuovere ulteriormente la sensibilizzazione per una comune strategia verso l’apprendimento permanente,  ma anche per ottenere un concreto sviluppo della stessa strategia, grazie anche allo sviluppo di standard professionali  riconosciuti a livello nazionale, regionale e locale

Approfondimenti sul tema a cura della Rivista SdS:
Marco Arpino, "Quali scenari formativi nello sport?",  SdS - Anno XXVIII n.83