Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

head sport carcere

“Sport in carcere” è un progetto sviluppato in collaborazione fra il Ministero della Giustizia -DAP- e il CONI, a seguito della firma del Protocollo d’intesa avvenuta il 3 dicembre 2013, ed è diretto al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione carceraria attraverso la pratica e la formazione sportiva.


Il progetto è stato avviato in via sperimentale su due città pilota, Roma e Bologna, rispettivamente presso la Casa Circondariale di “Rebibbia Femminile” e la Casa Circondariale di Bologna “Dozza”, e in un secondo momento nelle seguenti città:

  • Firenze (Solliciano)
  • Milano (Opera)
  • Torino (Lorusso Cotugno)
  • Padova (Casa di reclusione)
  • Napoli (Secondigliano)
  • Bari (Casa Circondariale)

Successivamente il Comitato tecnico-scientifico paritetico, dopo aver esaminato i programmi di attività sviluppati nelle carceri dai Comitati Regionali, ha deciso di estendere il progetto ai seguenti istituti penitenziari:

  • TerniCasa Circondariale di Terni
  • PerugiaCasa circondariale capanne
  • AnconaBarcaglione e Montacuto
  • PesaroCasa Circondariale sezione femminile
  • Fossombrone, Fermo, Ascoli PicenoIstituti Penitenziari
  • NuoroCasa Circondariale Bad e Carros

Nell’anno in corso il progetto è stato attivato come iniziativa locale anche nei seguenti istituti penitenziari nei quali si sono svolte diverse attività sportive:

  • CampaniaCasa Circondariale di Salerno: calcio

    Casa Circondariale di Vallo Della Lucania: tennistavolo, pallavolo, pallacanestro e corpo libero

    Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli: ginnastica a corpo libero

    Casa Circondariale di Poggioreale: basket e ginnastica

    Centro Penitenziario di Secondigliano: calcio

    Casa Reclusione Carinola: ginnastica posturale e corpo libero
  • Umbria Carcere di Perugia: pallacanestro, danza (circuito femminile) e calcio

    Carcere di Spoleto: scacchi e calcio

    Carcere di Terni: scacchi e tennistavolo

    Carcere di Orvieto: atletica e pesistica
  • Sardegna Carcere di Nuoro: torneo calciobalilla, calcio.

    In programma per i prossimi mesi:
    Da settembre partirà la preparazione atletica, in particolare calcistica
    Da ottobre verrà riproposto il programma “Sport e nutrizione: come prevenire la sindrome metabolica in carcere”
  • Lazio Carcere di Rebibbia (sezione maschile): calcio e tennis
  • Per i 18 istituti penitenziari della Lombardia le iniziative in via di sviluppo sono • Corso di Operatore Sportivo di Base

    • Incontri con atleti/mental coach

    • Banco dello sport: progetto della Fondazione Candido Cannavò con la quale il Comitato Regionale CONI Lombardia ha avviato contatti nell’ultimo semestre del 2015