Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Il Collegio di Garanzia  (in funzione dell'Alta Corte, ai sensi dell’art. 65, comma 2, del codice della Giustizia Sportiva) ha ricevuto un ricorso presentato dai signori Antonella Dallari, Amos Cisi e Renata Raineri contro il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e nei confronti di Gianfranco Ravà, di Alberto De Nigro e di Max André Barbacini per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, della delibera del Consiglio Nazionale del CONI n. 1508 dell’11 giugno 2014, adottata su conforme proposta della Giunta Nazionale del CONI, di cui alla deliberazione n. 195, assunta in pari data, con cui è stata disposta l’ulteriore proroga del Commissariamento della FISE, con durata di sei mesi a decorrere dalla scadenza del precedente termine prorogato con la delibera n. 1501 del 19 dicembre 2013.

I ricorrenti hanno altresì richiesto l’annullamento di tutti i provvedimenti presupposti, successivi e conseguenti alla suddetta deliberazione, le cui motivazioni e i cui presupposti trovano le loro radici e la loro origine nel provvedimento del Consiglio Nazionale del CONI n. 1491 del 10 luglio 2013, con il quale è stato disposto il Commissariamento della FISE, e nel provvedimento del Consiglio Nazionale del CONI n. 1501 del 19 dicembre 2013, con cui è stata disposta la prima proroga del commissariamento medesimo.