Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

fioroni_petrucci2_interna.jpgTornano in veste ufficiale a distanza di 11 anni dall’ultima edizione i Giochi della Gioventù. La manifestazione, geniale creazione di Giulio Onesti , è stata presentata oggi a Roma nel Salone d’Onore del CONI alla presenza del Ministro dell’Istruzione, Giuseppe Fioroni e dei massimi vertici del CONI. Nel dare il suo benvenuto al Ministro, il presidente del CONI, Giovanni Petrucci ha spiegato come questi Giochi assieme a quelli Studenteschi si inquadrino in una nuova strategia del CONI relativa alla promozione sportiva giovanile ed ha sottolineato quanto sia importante la presenza del Ministro dell’Istruzione, cosa che non accadeva da tempo, proprio per creare un saldo legame tra il mondo della Scuola e quello dello sport. “Non vogliamo solo uno sport di vertice - ha detto Petrucci - che cerchi dei vincitori. I Giochi della Gioventu' hanno come slogan 'tutti protagonisti, nessuno escluso': per questo, perche' non ci sara' spirito competitivo, non sono previste finali nazionali". Il presidente Petrucci ha poi consegnato a Fioroni la medaglia d’oro delle Olimpiadi di Roma ’60 con la motivazione: “Al Ministro Giuseppe Fioroni: più sport nella scuola per una società più sana”. Il ministro Fioroni, ha poi espresso la sua soddisfazione per una ritrovata collaborazione tra il mondo della scuola e quello dello sport. “La scuola - ha sottolineato, il ministro – sta attraversando un periodo di grandi tensioni e il mondo dello sport può contribuire assieme a tutte le altre componenti a creare un modello educativo sano per i nostri giovani. Lo slogan “nessuno escluso” ben si abbina al mondo scolastico dove è necessario un modello aggregativo positivo. Per la fine di marzo è prevista la firma del protocollo d’intesa tra il CONI e il Ministero dell’Istruzione per collocare spazi di sport nelle scuole in orario pomeridiano. Il Segretario Generale del CONI, Raffaele Pagnozzi, ha poi illustrato nel dettaglio il progetto che ha avuto riscontri molto positivi nel test event dello scorso anno. I Giochi delle Gioventù, che avranno anche il sito www.giochidellagioventu.coni.it interesseranno quest’anno 100 province italiane , 1.641 scuole, ed è stimato che coinvolgeranno oltre 3000 insegnanti, 11 mila classi e 215 mila studenti. Un progetto dunque con grandi numeri che sarà appoggiato dall’Unicef e da sponsor importanti come la Ferrero e la Advanced Distribution e sotto il profilo dei media dalla Gazzetta dello Sport.