Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

di martino piccolaATLETICA: Anna Incerti oro e Rosaria Console argento hanno lasciato il segno nella mezza maratona occupando i primi due posti e mettendo alle spalle avversarie temibili come l'algerina Dhamani e la turca Dogan. La palermitana si è aggiudicata la gara con il tempo di 1:12.25 staccando la Console e l'algerina solo in dirittura d'arrivo. Nella gara maschile successo del marocchino Baday. Il migliore degli azzurri è stato Ruggero Pertile giunto quarto mentre Caimmi e Ruggiero si sono piazzati rispettivamente ottavo e nono. Elisa Cusma ha vinto i 1500 con 4:11.88. Dopo l'oro ottenuto ieri negli 800, Elisa ha fatto una gara perfetta lasciando al secondo posto la marocchina Lakhaouad (4:12.07) mentre terza si pè classificata la tunisina Ghiribi EP Boudraa (4:12.37). Antonietta di Martino ha dominato la gara di salto in alto. L'azzurra ha vinto con 1,97 ma ha tentato, senza successo, una volta sola 2.01. La turca Ayhan non è andata oltre 1,89 metri ed ha ottenuto il secondo posto stessa misura per la greca Stergiu, terza per un nullo in più. Nei 5000 Stefano La Rosa  con 14:04.44 si è classificato al secodno posto dietro il marocchino Selmouni (13:55.98).

CICLISMO: Due azzurre di nuovo sul podio. Anche nella prova su strada femminile le atlete italiane si sono distinte.  Luisa Tamanini ha vinto la medaglia d'oro in 1h16:18 e Giorgia Bronzini si è agiudicata il bronzo in 1h16:28.

BOCCE: Grande successo della coppia italiana di Petanque maschile che ha vinto la medaglia d'oro superando la Francia per 13-3. Fabrizio Bottero e Fabio Dutto hanno avuto ragione con grande abilità dei due transalpini Philippe Quintais e Pascal Milei nella specialità che, nata in Provenza nel 1910, prende il suo nome dal provenzale "ped tanco" ovvero piedi ancorati al suolo.

Ilenia Pasin ha vinto la finale per il terzo posto, conquistando la medaglia di  bronzo, nel tiro progressivo con 37/44. L'azzurra ha superato la turca Sevda Keklik che si è fermata a 28/44.

TENNIS: Nella finale per il bronzo, tutta italiana, il siciliano Gianluca Naso ha superato dopo un confronto molto equilibrato il fortemarmino Matteo Marrai.I due giocatori che ieri avevano conquistato l'oro nel doppio (l'ottavo nella storia dei campionati in questa specialità) non si sono certo risparmiati dando vita ad un match molto equilibrato conclusosi con il punteggio di 3-6 7-6 (5) 6-4 a favore di Naso che ha sfruttato la sua migliore condizione fisica rispetto a Marrai al rientro da un infortunio. La ventenne di Brunico ,Evelyn Mayr ha vinto la medaglia d'oro del tennis battendo in finale la spagnola Pous Tio che godeva dei favori del pronostico. L'azzurra è partita un po' contratta perdendo il primo set piuttosto nettamente per 6 a2 poi è stata brava nel recuperare da 1-4 nel secondo set poi vinto al tie-break. Nel set decisivo sul 5 a 2 in suo favore la spagnola era costretta al ritiro per infortunio. Era dal 1997 a Bari che una italiana non saliva sul podio più alto nel tennis femminile.

TIRO A SEGNO: Michela Supppo è salita sul terzo gradino del podio nella pistola automatica 25 metri. L'azzurra ha concluso la finale, dove era entrata con il sesto posto, con 775,9.

GINNASTICA: Andrea Cingolani si è classificata al secondo posto nel volteggio femminile collezionando 15.775 punti al termine del suo esercizio. Meglio dell'azzurro è stata valutata la francese Thomas Bouhail con 16.462 che si è aggiudicata l'oro precedendo anche la tunisina Wajdi Bouallegue (15.462) classificatasi al terzo posto. Elisabetta Preziosa ha chiuso al terzo posto nella trave con il punteggio 14.450. La gara è stata vinta dalla greca Millousi (14.725) mentre seconda si è classificata la francese Dufournet (14.625).Nel corpo Libero  è ancora Elisabetta Preziosa a salire sul podio. Questa volta l'azzurra ha conquistato la medaglia d'oro con 14.175 davanti alla francese Rose Eliandre Bellemare (13.875). Emily Armi si è aggiudicata il bronzo  con 13.825. L'oro di Enrico Pozzo alla sbarra ha concluso nel migliore dei modi le gare del programma agli attrezzi. Pozzo ha vinto con 15.400 mentre al secondo posto si è classificato lo sloveno Pegan con 15.000, terzo il francese Sabot con 14.875. 

JUDO: Nella categoria dei kg.66 Francesco Faraldo ha ottenuto il bronzo battendo nella finale dei ripescaggi il greco Alexanidis.

BEACH VOLLEY: Hanno vinto la medaglia di bronzo i due fratelli Matteo e Paolo Ingrosso. Opposti ai Krizanovic e Peric gli azzurri si sono imposti in due set con il punteggio 21-15;21-17.