Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Squaw Valley 1960

VIII edizione delle Olimpiadi invernali

Il piccolo villaggio di Squaw Valley, ad un'altezza di oltre 2000 metri, nel nord della California, venne scelto a sopresa dal CIO sulla più accreditata Innsbruck. La scelta non parve la più felice per considerazioni riguardanti l'altitudine e le attrezzature. Le cose andaro invece bene. La sola vittima fu il bob, cancellato perchè si iscrissero solo 9 nazioni. E fu un'occasione unica persa dagli italiani che in quegli anni erano gli incontrastati dominatori della specialità. Entrarono invece nel programma il biathlon (solo con la 20 km) e il pattinaggio femminile di velocità. Sul piano dei risultati furono ancora i sovietici a dominare il medagliere procurando, in quegli anni di guerra fredda, qualche amarezza agli americani. La spedizione italiana riportò una sola medaglia, ancora di bronzo, ad opera di Giuliana Chenal-Minuzzo nel gigante.

Le medaglie azzurre di Squaw Valley 1960

Bronzo
Sci Alpino slalom gigante donne