Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

7-ALTA-CORTEL’Alta Corte di Giustizia Sportiva ha ricevuto due ricorsi da parte di altrettanti arbitri di pallacanestro contro la Federazione Italiana Pallacanestro.

In particolare, Pietro Crescenti ha presentato ricorso contro la Federazione Italiana Pallacanestro e nei confronti di Evangelista Caiazza avverso la decisione n. 69 resa dalla Corte Federale della FIP, comunicata al ricorrente in data 20.09.2012, con cui è stato respinto il ricorso interposto dallo stesso Crescenti, avente ad oggetto l’impugnazione del provvedimento di esclusione di quest’ultimo dalla lista degli arbitri di Serie A ed inserimento nelle liste degli arbitri fuori quadro. Il ricorrente chiede all’Alta Corte di essere riammesso nella lista degli arbitri abilitati a dirigere le gare di serie A1, per il campionato 2012-2013, anche in sovrannumero.

Ha presentato ricorso anche Stefano Gadda contro la Federazione Italiana Pallacanestro e nei confronti di Alex D’Amato avverso la decisione n. 71 resa dalla Corte Federale della FIP, comunicata al ricorrente in data 20.09.2012, con cui è stato respinto il ricorso interposto dallo stesso Crescenti, avente ad oggetto l’impugnazione del provvedimento di esclusione di quest’ultimo dalla lista degli arbitri di Serie A dilettanti maschile e A1 femminile ed inserimento nelle liste degli arbitri fuori quadro. Il ricorrente chiede all’Alta Corte di essere riammesso nella lista degli arbitri abilitati a dirigere le gare di serie A Dilettanti/A1 femminile, per il campionato 2012-2013, anche in sovrannumero.