Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

7-ALTA-CORTEL'Alta Corte di Giustizia ha ricevuto un ricorso da parte della società Novara Calcio S.p.A e della società A.C. Cesena S.p.a. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio e la Lega Nazionale Professionisti Serie A e nei confronti di tutte le altre società di Serie A per l’annullamento della decisione della Corte di Giustizia Federale della FIGC, di cui al C.U. n. 278/CGF, inerente la  motivazione del rigetto del ricorso proposto da Novara Calcio Sp.A. ed A.C. Cesena S.p.A. – dispositivo in C.U. n. 204/CGF del 14.3.2013 – nonché del suo presupposto logico – giuridico costituito dalla delibera assunta in data 3.12.2013 dall’Assemblea ordinaria della Lega Nazionale Professionisti Serie A in relazione al punto 3) dell’ordine del giorno, individuato come “criteri di provvista, nonché di assegnazione e di distribuzione del contributo di cui all’art. 19.2, comma 3, dello Statuto – Regolamento della Lega (“contributo Europa League”) stagione 2011/2012”.

Si rammenta che le società ricorrenti avevano proposto istanza di arbitrato al TNAS in data 25 giugno 2013 ed il TNAS, con lodo deliberato nel solo dispositivo in data 14 ottobre 2013,  aveva dichiarato la propria incompetenza a decidere, contestualmente affermando la competenza dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva.