Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

7-ALTA-CORTEL’Alta Corte di Giustizia Sportiva ha ricevuto oggi un ricorso dal sig. Luca Bellora contro la Federazione Italiana di American Football (FIDAF) contro l’art. 17 del Regolamento del tesseramento FIDAF e l’art. 7 del tesseramento sanitario FIDAF, entrambi relativi al limite d’età di 48 anni imposto ai fini del tesseramento alla disciplina sportiva.

Il ricorrente chiede all’Alta Corte di accertare che le suddette norme violano gli artt. 3 e 18 della Costituzione; l’art. 1 della legge 91/1981; l’art. 14 della convenzione europea diritti dell’uomo; l’art. 16, comma 1, d. lgs. 242/1999; l’art. 6 del codice comportamento sportivo CONI e, pertanto, di dichiarare l’abrogazione e/o l’eliminazione dell’ art. 17 del Regolamento del tesseramento FIDAF e dell’art. 7 del tesseramento sanitario FIDAF.

In via subordinata, nel merito, accertata l’illegittimità del limite d’età imposto dalla FIDAF per gli over quarantotto anni, dichiarare l’abrogazione e/o l’eliminazione di tutti gli articoli o norme stabilite dalla FIDAF che dispongano un limite d’età per lo svolgimento dell’attività di american football italiano.