Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Il Collegio di Garanzia ha ricevuto un ricorso da parte di Andrea Montemurro (all'epoca dei fatti Presidente della Divisione Calcio a 5 LND) nei confronti della Procura Federale della FIGC, nonché della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), per l'annullamento della decisione della Corte Federale d'Appello della FIGC, pubblicata, limitatamente al dispositivo, con C.U. n. 106/CFA Sezioni Unite del 3 agosto 2020 e, completa di motivazioni, con C.U. n. 115/CFA Sezioni Unite del 10 agosto 2020, la quale, nel respingere il reclamo proposto dal suddetto ricorrente avverso la decisione n. 158/TFN-SD del 6 luglio 2020 del Tribunale Federale Nazionale della FIGC - che aveva irrogato, a carico del dott. Montemurro, la sanzione di 4 mesi di inibizione - ha incrementato la misura della predetta sanzione da 4 a 6 mesi. 

Il ricorrente, Andrea Montemurro, chiede al Collegio di Garanzia di riformare/annullare la decisione impugnata per tutte le ragioni esposte in narrativa.