Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

3-TNASIl TNAS, in relazione alla controversia S.Bonomi/FIGC, comunica che il Collegio Arbitrale ((Prof. Avv. Maurizio Benincasa, Presidente; Prof. Avv. Tommaso Edoardo Frosini e Avv. Gabriella Palmieri), ha accolto parzialmente la domanda di arbitrato e, per l'effetto, riduce a 14 mesi la squalifica di Simone Bonomi. L’istanza aveva ad oggetto la decisione con la quale la Corte di Giustizia Federale aveva confermato al calciatore la sanzione della squalifica per 3 anni e 6 mesi, così come emessa in primo grado dalla Commissione Disciplinare Nazionale.  Il calciatore, all’epoca dei fatti tesserato per l'A.S. Bari SpA, era stato deferito dalla Procura Federale alla Commissione Disciplinare Nazionale per la violazione dell’art. 7, commi 1, 2 e 5  del Codice di Giustizia Sportiva per aver, in occasione della gara del campionato di Serie B Salernitana-Bari del 23 maggio 2009, in concorso con altri soggetti tesserati ed altri allo stato non identificati, posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato della predetta partita, prendendo contatti ed accordi diretti a tale scopo. Il Procuratore Federale riscontrava a carico del Sig. Bonomi, altresì, l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del CGS, consistente nell’effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato della gara.