FIGC | Beach Soccer Giovanile: a Tirrenia uno stage in vista di corsi tecnici per Under 15 e 17

images/cpo/news/Campo_BeachSoccer_CPO.jpg

Lo sviluppo del beach soccer in Italia passa dalla creazione di una attività giovanile sul territorio, che permetta di alimentare un sistema ben radicato al vertice, sul fronte delle Nazionali (FIGC Futsal e Beach Soccer) e delle competizioni per club (LND). Proprio per questo, da alcuni anni, il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC ha avviato una sua propria attività preliminare nella quale si inserisce il Corso per i tecnici “formatori” che saranno chiamati in futuro a preparare le specifiche figure impegnate nell’attività sul territorio. Il corso, iniziato oggi presso il Centro di Preparazione Olimpica del CONI di Tirrenia coinvolge 21 tecnici, al lavoro sotto la direzione di Massimiliano De Celis, e proseguirà fino a sabato 18 marzo, in continuità con il corso per allenatori svolto a novembre sempre a Tirrenia, che tra l’altro ospita i raduni di preparazione delle Nazionali di Beach Soccer (maschile e femminile) in un impianto dedicato.

Lo stage si pone come sperimentazione d’avanguardia, unica in Europa, per ciò che riguarda l’analisi dei dati, tramite gps, e le video analisi, con l’obiettivo di poter contare su dati quantitativi e qualitativi a livello individuale, con lo scopo di migliorare i contenuti dei corsi e dei loro stessi effetti sui calciatori. Al tempo stesso si lavora sui concetti base di Tecnica, tattica, performance e organizzazione.

“Il lavoro rappresenta un importante test fisico-motorio – commenta Massimiliano De Celis, membro della Commissione Sviluppo Beach Soccer del SGS - che inquadra il Beach Soccer in una disciplina propedeutica al calcio, utile per migliorare la tecnica di base, la coordinazione, il rinforzo muscolare e in generale le qualità individuali dei calciatori”.

Il raduno di Tirrenia sarà anche l’occasione per definire i prossimi campionati Under 15 e Under 17 che il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC con l'ausilio dei coordinatori locali svilupperà in 10 regioni (Friuli Venezia Giulia, Campania, Emilia Romagna, Toscana, Calabria, Marche, Sicilia, Lazio e Sardegna), nei quali saranno coinvolti 570 atleti Under 17 e 870 calciatori Under 17, attraverso una manifestazione a carattere regionale, interregionale e nazionale. In questo ambito, tra l’altro, la Commissione Sviluppo Beach Soccer, istituita dal Consiglio Direttivo SGS nei mesi scorsi, e presieduta da Ferdinando Arcopinto, è stata ufficialmente riconosciuta con l’approvazione del Consiglio Federale di martedì scorso del nuovo testo dell’art.9 del Regolamento del Settore Giovanile e Scolastico.

(figc.it)