Nuovo ricorso Damiano Tommasi / FIGC

Collegio di Garanzia

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto oggi un secondo ricorso da Damiano Tommasi contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) che riguarda la decisione della Corte Federale d’Appello FIGC, assunta a Sezioni Unite (C.U. n. 055/CFA) del 14 maggio 2015, con cui è stato respinto il reclamo contro la decisione del Tribunale Federale Nazionale – Sez. disciplinare FIGC –  assunta il 17 febbraio 2015, per l’annullamento, ex art. 43 bis CGS, della delibera del Consiglio Federale FIGC del 20 novembre 2014, (C.U. n. 83/A).

 

Il ricorrente chiede al Collegio di Garanzia di annullare, dichiarare nulla e/o revocare la suddetta decisione della Corte di Appello Federale FIGC e, per l’effetto, di annullare la succitata delibera del Consiglio Federale nonché ogni provvedimento connesso e conseguente, e in ogni caso, di revocarla e/o di dichiararla inefficace per violazione di legge e dei principi generali dell’ordinamento sportivo, con ogni ulteriore e consequenziale provvedimento idoneo a provare di efficacia la delibera impugnata.

 

La delibera del Consiglio Federale della quale si domanda l’annullamento ha stabilito alcune norme relative all’utilizzazione dei calciatori (tetto alle rose – calciatori formati in Italia) a valere dal Campionato di Serie A 2015/2016.