Ricorso della Procura Generale dello Sport e della Procura FISE contro Paolo Giani Margi

Collegio di Garanzia

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso presentato congiuntamente dalla Procura Generale dello Sport e dalla Procura Federale della Federazione Italiana Sport Equestri (F.I.S.E.) contro il sig. Paolo Giani Margi, in merito alla decisione della Corte Federale d'Appello FISE del 9 ottobre 2015, che, in parziale riforma della sentenza di primo grado (che aveva condannato il sig. Margi  alla sanzione della radiazione dalla FISE), ha comminato allo stesso Margi la sospensione da ogni carica ed incarico federale per 4 anni.

 

Le ricorrenti chiedono al Collegio di riformare la decisione impugnata, di dichiarare la responsabilità disciplinare del sig. Giani Margi in merito a tutti i fatti ascrittigli, per violazione dell'art. 2, commi 2 e dell'art.10, dello Statuto FISE, dell'art. 1, commi 1 e 2, lettera d), del Regolamento di Giustizia FISE (vigente all'epoca dei fatti), dell'art. 2 del Regolamento Veterinario FISE, nonché dell'art. 1, lettera b), e dell'art. 4, lettera b), del Codice di Condotta FEI per il Benessere del Cavallo e, per l'effetto, di comminare al medesimo la sanzione disciplinare della radiazione.