Dichiarato improcedibile il ricorso di Salvatore Caiata contro Lega Pro e FIGC a Sezioni Unite

Collegio di Garanzia

Il Collegio di Garanzia dello Sport, al termine dell’udienza a Sezioni Unite, presieduta dalla Presidente, avv. Gabriela Palmieri, ha assunto la seguente determinazione:

HA DICHIARATO IMPROCEDIBILE il ricorso iscritto al R.G. n. 2/2024, presentato, in data 9 gennaio 2024, dal dott. Salvatore Caiata contro la Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro) e la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), con notifica effettuata anche nei confronti di U.C. Albinoleffe S.r.l., F.C. Arzignano Valchiampo S.r.l., Juventus Next Gen, L.R. Vicenza S.p.A., Novara F.C. S.p.A., Calcio Padova S.p.A., U.S. Pergolettese 1932 S.r.l., Aurora Pro Patria 1919 S.r.l., Pro Sesto 1913 S.r.l., F.C. Pro Vercelli 1892 S.r.l., A.C. Renate S.r.l., A.C. Trento 1921 S.r.l., U.S. Triestina Calcio 1918 S.r.l., Virtus Verona S.r.l., U.S. Alessandria Calcio 1912 S.r.l., U.S. Ancona S.r.l., Carrarese Calcio 1908 S.r.l., Cesena F.C. S.r.l., Fermana F.C. S.r.l., U.S. Fiorenzuola 1922 S.r.l., A.S. Gubbio 1910 S.r.l., Lucchese 1905 S.r.l., Olbia Calcio 1905 S.r.l., U.S. Città di Pontedera S.r.l., U.S. Recanatese S.r.l., Rimini F.C. S.r.l., Torres S.r.l., Virtus Entella S.r.l., Vis Pesaro dal 1898 S.r.l., A.C.R. Messina S.r.l., S.S. Audace Cerignola a r.l., U.S. Avellino 1912 S.r.l., F.C. Crotone S.r.l., Calcio Foggia 1920 S.r.l., S.S. Giugliano Calcio 1928 S.r.l., S.S. Juve Stabia S.r.l., Latina Calcio 1932 S.r.l., S.S. Monopoli 1966 a r.l., Monterosi Tuscia F.C. S.r.l., Delfino Pescara 1936 S.p.A., AZ Picerno S.r.l., Potenza Calcio a r.l., Taranto F.C. 1927 S.r.l., S.S. Turris Calcio S.r.l., Virtus Francavilla Calcio S.r.l., Benevento Calcio S.r.l., S.S. Brindisi F.C. S.r.l., Catania F.C. S.r.l., A.S. Giana Erminio S.r.l., F.C. Legnago Salus S.r.l., F.C. Lumezzane a r.l., A.C. Perugia Calcio S.r.l., Pineto Calcio S.r.l., U.S. Sestri Levante 1919 S.r.l., SPAL S.r.l., Sorrento Calcio 1945 S.r.l., S.S. Arezzo S.r.l., Mantova 1911 S.r.l., Brescia Calcio S.p.A., per l'integrale riforma, previa sospensione con provvedimento cautelare, del Comunicato Ufficiale contenente il dispositivo emesso dalla Corte Federale d'Appello presso la FIGC n. 54 del 1° dicembre 2023, pubblicato in pari data e contenente il dispositivo della decisione, nonché della motivazione contenuta nella decisione n. 0061/CFA 2023-2024, Registro Procedimenti n. 0055/CFA/2023-2024, dell'11 dicembre 2023, con la quale è stato respinto il reclamo del suddetto ricorrente; nonché della decisione n. 0079/TFNSD-2023-2024, Registro Procedimenti n. 0026/TFNSD/2023-2024, emessa dal Tribunale Federale Nazionale, Sez. Disciplinare, in data 26 ottobre 2023 e notificata in pari data, con la quale è stato dichiarato improcedibile e, comunque, infondato nel merito il ricorso del dott. Salvatore Caiata; nonché del "Riscontro alla nota del 30 giugno 2023" avente ad oggetto "integrazione componente del Consiglio Federale della FIGC", distinto al prot. n. 256/SS 2023-2024 a firma del Segretario Generale FIGC, del "Riscontro alla nota del 6 luglio 2023" avente ad oggetto "nomina Consigliere Federale" prot. n. 700/23 del 6 luglio 2023, nonché di tutti gli atti collegati, presupposti, connessi e/o conseguenti anche se non conosciuti o in via di acquisizione, tra cui la delibera del Consiglio Federale relativa alla riunione avvenuta in data 30 maggio 2023, e di ogni atto presupposto e precedente anche se non conosciuto; HA, ALTRESI’, DISPOSTO CHE LE SPESE SEGUANO LA SOCCOMBENZA, LIQUIDATE IN € 1.000,00, OLTRE ACCESSORI DI LEGGE, A CARICO DI CIASCUNA PARTE RESISTENTE.