Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

napolitano casa italiaBagno di folla a Casa Italia. Applausi e sorrisi, che tradiscono orgoglio patriottico e grande emozione. La visita del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha illuminato la già splendente dimora degli azzurri a Londra. Piú di un'ora di giro panoramico attraverso i 6 Mila metri quadri distribuiti sui sei piani, a due passi dal Big Ben.

Il capo dello Stato ha visitato tutti gli stand della struttura accompagnato dal presidente del Coni, Giovanni Petrucci, e dal Segretario Generale e Capomissione Raffaele Pagnozzi. Ha fatto un giro nei box allestiti dalle aziende che rappresentano l'eccellenza italiana nel mondo, si é fermato allo stand Fiat, dove lo attendevano il presidente del gruppo John Elkann accompagnato dalla moglie e dai due figli. Un breve scambio di battute (''e tu che sport fai?, ha chiesto al piccolo Oceano). Poi alla volta del corner Armani. Qui il presidente ha avuto modo di vedere gli abiti realizzati per gli azzurri di Londra. In particolare, Napolitano si é offermato su una giacca: nella tasca interna é stampato l'inno d'Italia: ''Stringiamoci a coorte - ha detto Napolitano - Lo hanno imparato, ne abbiamo parlato tanto durante le celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia''. Il tempo per un caffé nella splendida sala conferenze e di corsa per salutare gli chef emiliani che curano i menú del ristorante True Italian per gli atleti e gli ospiti della struttura. ''Dall'Emilia? Bene, Bene!'', ha esclamato. ''So che venite tutti da lí, ma ci vuole piu' pluralismo...'', ha scherzato il presidente, apprezzando l'impegno del gruppo di cuochi provenienti da un territorio ''duramente provato dal terremoto''. Infine, la mostra fotografica allestita da Banca Intesa. Quindi il saluto carico di affetto a tutti i presenti..."in bocca lo lupo". Le emozioni tricolori hanno conquistato anche il cuore di Londra.