Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Trofeo CONI - Generico

ZOEGGELER.jpgLa squadra azzurra di slittino ha provato oggi a Maranello le ultime soluzioni aerodinamiche messe a punto dal lavoro congiunto dello staff del CONI con i tecnici della Ferrari. L'olimpionico Armin Zoeggeler e il doppio Gerhard Plankensteiner e Oswald Haselrieder hanno sperimentato le recenti modifiche aerodinamiche nella Galleria del Vento, in vista degli ormai prossimi Giochi Olimpici di Vancouver 2010. La collaborazione CONI-Ferrari, partita nel 2007, prevede lo studio e lo sviluppo di soluzioni innovative legate oltre che all'aerodinamica ai materiali e alle strutture degli attrezzi per diverse discipline, tra cui, Slittino, Bob, Skeleton, Salto del Trampolino, Sci alpino e Pattinaggio pista lunga. Il progetto CONI-Ferrari, sotto il profilo tecnologico-scientifico, è portato avanti dal Dipartimento di Scienza dello Sport del CONI e dalla direzione tecnica del Cavallino. Nei mesi scorsi il Segretario Generale del CONI, Raffaele Pagnozzi, e il direttore sportivo della Ferrari, Stefano Domenicali, avevano approfondito i dettagli relativi alla sinergia tecnica senza tralasciare gli aspetti legati alle applicazioni regolamentari. Soddisfatto Armin Zoeggeler, 2 volte Campione Olimpico e 5 volte Campione del Mondo. "Si tratta di un'esperienza positiva, non si finisce mai di imparare. Ringrazio CONI e Ferrari per questa opportunità che ci consente di rifinire nel modo migliore la preparazione per i Giochi. Il supporto tecnologico e scientifico può certamente aiutarci a completare e a guadagnare quelle frazioni di secondo che possono valere una medaglia. E su questo sicuramente l'esperienza della Formula Uno della Scuderia più titolata al mondo è determinante". La giornata per gli atleti azzuri ha avuto anche un risvolto più ludico; sono infatti poi andati in pista a Fiorano dove hanno potuto ammirare e provare l'ultima nata del Cavallino Rampante, la 458 Italia. Roma, 31 ottobre 2009