ALTA CORTE DI GIUSTIZIA: Il Barletta Calcio Srl presenta ricorso contro FIGC e Lega Pro. Chiesto il rinvio dei playoff

L’Alta Corte di Giustizia rende noto di aver ricevuto un ricorso da parte del Barletta Calcio s.r.l. contro la FIGC e la Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro) avverso il provvedimento con il quale il Presidente della Lega ha dichiarato la società Spezia vincitrice del campionato e ha escluso dalla disputa dei play-off del Campionato di Prima divisione, Girone B, il Barletta, in favore della Cremonese, disponendo l’effettuazione degli stessi per il giorno 20 maggio 2012 e 27 maggio 2012  tra Cremonese e Trapani. Si impugnano, inoltre, la classifica finale e tutti gli altri atti annessi, connessi, collegati e conseguenti al provvedimento suddetto. In particolare, la società ricorrente chiede all’Alta Corte di disporre, in via cautelare, anche inaudita altera parte, la sospensione dell’efficacia del suddetto provvedimento, nonché di disporre il rinvio dell’effettuazione dei play-off all’esito delle decisioni degli organi di giustizia sportiva e del TNAS e della stessa Alta Corte.

Nel merito, chiede di sospendere l’efficacia del provvedimento impugnato con il quale il Presidente di Lega ha disposto le date per l’effettuazione dei play-off (20 maggio 2012 e 27 maggio 2012 tra Cremonese e Trapani) e la classifica finale e di sospendere l’efficacia esecutiva della decisione della Corte di Giustizia Federale FIGC il cui dispositivo è pubblicato sul C.U. n. 219/CGF del 12 aprile 2012 e le motivazioni pubblicate sul C.U. 247/CGF del 7 maggio 2012.

In via subordinata chiede, nell’ipotesi di mancato accoglimento delle richieste sopra formulate, di condannare la Lega Pro al risarcimento della somma di euro 2.000.000,00.