Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

FAQ/1

Quale è l’importo minimo del massimale della polizza assicurativa di rischio professionale di cui all’articolo 4 lettera n) del Regolamento CONI degli agenti sportivi?

Il massimale di polizza minimo è stato fissato in Euro 500.000,00 (cinquecentomila) con delibera della Commissione Agenti Sportivi del Coni del 16 aprile 2019, confermata con delibera 14 gennaio 2020

 

FAQ/2

Qualora un candidato superi la prova generale dell’esame di abilitazione per l’iscrizione nel Registro Nazionale degli agenti sportivi, ma non superi alcuna prova speciale presso la Federazione nel corso della medesima sessione di esame, è costretto a sostenere nuovamente la prova generale dell’esame presso il Coni nell’ambito della sessione successiva?

Con deliberazione del 11.06.2019 la Commissione Coni degli Agenti Sportivi ha deliberato la validità della prova generale positivamente superata dal candidato per un (1) anno a decorrere dalla comunicazione alle Federazioni sportive professionistiche dell’elenco dei candidati ammessi alla prova speciale; in caso di mancato superamento della prova speciale entro quel termine, il candidato ai fini dell’abilitazione dovrà sostenere nuovamente la prova generale

 

FAQ/3

Un avvocato regolarmente iscritto presso un Ordine è abilitato a iscriversi presso il Registro Nazionale degli agenti sportivi senza sostenere l’esame di abilitazione?

Ai sensi degli artt. 1, comma 373 L. 205/2017 e dell’articolo 7 del D.P.C.M. 23.03.2018 gli avvocati e, in generale, tutti i soggetti che non siano muniti di titolo abilitativo rilasciato prima del 31 marzo 2015 devono superare l’esame di abilitazione ai fini dell’iscrizione nel Registro Nazionale degli agenti sportivi.

 

FAQ/4

Per l’inserimento della società attraverso cui è esercitata l’attività di agente sportivo nell’apposito elenco del Registro Nazionale degli agenti sportivi è necessario che la società abbia stipulato una polizza assicurativa di rischio professionale?

Ai sensi del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi ai fini dell’inserimento della società nell’apposito elenco non è richiesta la stipula di una polizza di rischio professionale. Del resto ai sensi del combinato disposto degli artt. l’articolo 5, comma 2 e l’articolo 19 comma 1 del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi soltanto l’agente persona fisica munito di titolo abilitativo (e di polizza assicurativa di rischio professionale) può esercitare la professione, eventualmente organizzandola in forma societaria.

 

FAQ/5

Per l’inserimento di una società attraverso la quale l’Agente Sportivo abilitato esercita l’attività nell’apposito elenco del Registro Nazionale degli agenti sportivi si deve applicare sulla domanda la marca da bollo da euro 250,00 e versare l’importo di 500 euro di diritti di segreteria?

In relazione alla domanda di inserimento di una società attraverso la quale l’Agente Sportivo abilitato esercita l’attività nell’apposito elenco del Registro Nazionale degli agenti sportivi ai sensi del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi non sono dovuti né i diritti di segreteria né la marca da bollo.

 

FAQ/6

In corso di modifica

 

FAQ/7

Quanto dura la domiciliazione di un agente extracomunitario presso un Agente Sportivo o stabilito?

Ai sensi dell’art. 21, comma 10, del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi l’elezione di domicilio di soggetti extracomunitari presso un agente sportivo italiano o stabilito ha la durata di un anno dall’iscrizione deliberata dalla Commissione CONI degli Agenti Sportivi, ovvero del residuo periodo di tempo di validità dell’iscrizione dell’Agente domiciliatario al Registro nazionale degli agenti sportivi, istituito presso il CONI; in caso di cancellazione dell’Agente domiciliatario dal Registro federale e/o dal Registro CONI  degli  agenti  sportivi,  il  contratto  di  domiciliazione si  intenderà automaticamente risolto.

 

FAQ/8

È possibile iscrivere nell’elenco delle società costituite dagli agenti sportivi iscritti ai sensi dell’articolo 5 e che organizzano l’attività in conformità a quanto previsto dall’articolo 19 del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi società con azioni al portatore.

Ai sensi dell’articolo 19, comma 2 lettera b) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi è vietato iscrivere nell’elenco delle società costituite dagli Agenti Sportivi società con azioni al portatore non essendoaltrimenti possibile verificare l’effettiva e perdurante sussistenza del requisito della maggioranza assoluta del capitale sociale in capo ai soci agenti sportivi.

 

FAQ/9

In corso di modifica

 

FAQ/10

Assume rilievo ai fini del possesso dei requisiti soggettivi di cui alle lettere d) ed e) del primo comma dell’articolo 4 del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi una richiesta di rinvio a giudizio emessa nei confronti di un Agente Sportivo?

Ai fini del possesso dei requisiti necessari ai fini dell’iscrizione presso il Registro CONI, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera d) ed e) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi, non assume rilievo la mera richiesta di rinvio a giudizio non potendo essere estesa la nozione di condanna a provvedimenti giudiziari prodromici alla stessa.

 

FAQ/11

Un Agente Sportivo iscritto al Registro CONI in virtù di un titolo abilitativo rilasciato prima del 31 marzo 2015 presso una federazione professionistica per ottenere l’abilitazione a operare anche presso un’altra federazione professionistica deve sostenere soltanto la prova speciale oppure è costretto a sostenere anche la prova generale?

Un Agente Sportivo iscritto al Registro CONI in virtù di un titolo abilitativo rilasciato prima del 31 marzo 2015 presso una federazione professionistica per essere abilitato a operare anche presso un’altra federazione professionistica deve sostenere soltanto la relativa prova speciale.

 

FAQ/12

Il candidato che ha corrisposto i diritti di segreteria senza tuttavia completare la domanda di partecipazione, ovvero senza inviarla ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria?

Il candidato che ha corrisposto i diritti di segreteria senza tuttavia completare la domanda di partecipazione, ovvero senza inviarla ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria.

 

FAQ/13

Il candidato che ha presentato domanda di partecipazione alla prova generale, corrispondendo i relativi diritti di segreteria che rinuncia alla domanda entro la scadenza dei termini di presentazione della stessa ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria?

Il candidato che ha presentato domanda di partecipazione alla prova generale, corrispondendo i relativi diritti di segreteria, che rinuncia alla domanda entro la scadenza dei termini di presentazione della stessa ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria.

 

FAQ/14

Il candidato che ha presentato domanda di partecipazione alla prova generale, corrispondendo i relativi diritti di segreteria che dopo essere ammesso non si presenta alla prova scritta e/o orale, ovvero comunicano di rinunciarvi ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria?

Il candidato che ha presentato domanda di partecipazione alla prova generale, corrispondendo i relativi diritti di segreteria che dopo essere ammesso non si presenta alla prova scritta e/o orale, ovvero comunicano di rinunciarvi non ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria.

 

FAQ/15

Il candidato la cui domanda di partecipazione è stata rigettata ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria?

Il candidato la cui domanda di partecipazione è stata rigettata ha diritto a ottenere il rimborso dei diritti di segreteria.

 

FAQ/16

Superata la prova generale presso il CONI e la prova speciale presso una Federazione, per sostenere la prova speciale presso un’altra Federazione oltre l’anno dalla data di superamento della prova generale del CONI, occorre sostenere nuovamente la prova generale?

Superata la prova generale presso il CONI e la prova speciale presso una Federazione, l’Agente Sportivo per sostenere la prova speciale presso un’altra Federazione oltre l’anno dalla data di superamento della prova generale del CONI non devono sostenere nuovamente la prova generale.

 

FAQ/17

Ai fini del possesso del requisito di cui all’articolo 19, comma 2, lettera b) “i soci agenti sportivi” devono essere tutti iscritti al Registro Nazionale?

Ai fini del possesso del requisito di cui all’articolo 19, comma 2, lettera b) “i soci agenti sportivi” devono essere abilitati ai sensi del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi.

 

FAQ/18

Può essere inserita nell’Elenco una società posseduta da una fiduciaria la cui maggioranza di capitale sociale è detenuta da agente persona fisica iscritta al Registro?

Ai fini del possesso del requisito di cui all’articolo 19, comma 2, lettera b) non è sufficiente che il capitale sociale della società sia posseduto da una fiduciaria la cui maggioranza sia detenuta da un Agente Sportivo. Commissione CONI degli agenti sportivi. Frequently Asked Questions (aggiornate all’11 febbraio 2020)

 

FAQ/19

Può essere ammesso alla prova generale dell’Esame di abilitazione il candidato che è iscritto, sta svolgendo, ma non ha completato – al momento della presentazione della domanda di ammissione alla prova medesima - le attività formative di cui alla lettera j) dell’articolo 13.1?

Ai fini del possesso del requisito di cui all’art. 13, comma 1, lettera j) non è sufficiente che il candidato, al momento della presentazione della domanda di ammissione alla prova generale dell’Esame di abilitazione, abbia svolto parzialmente le attività formative di cui alla lettera j) dell’art. 13.1.

 

FAQ/20

L’Executive Summary di cui all’art. 21, comma 8 deve essere firmato in modo olografo o può essere firmato anche in via digitale?

L’Executive Summary di cui all’art. 21, comma 8, è considerato firmato sia se sottoscritto in modo olografo, sia se firmato in via digitale.

 

FAQ/21

Le competenze professionali esercitate da un avvocato, iscritto al relativo Albo, possono intendersi incluse nelle competenze fatte salve dalla legge? E se sì, quali sono le competenze professionali che un avvocato può legittimamente esercitare senza essere iscritto al Registro Nazionale degli Agenti sportivi?

L’art. 1, comma 373 della Legge 205/2017 e l’art. 7 del DPCM del 23.3.2018, facendo salve le competenze professionali riconosciute per legge nell’ambito del divieto di avvalersi di soggetti non iscritti al Registro, riconoscono agli avvocati iscritti nel relativo albo di poter legittimamente intervenire alla conclusione dei contratti di cui all’art. 1, punti i) e ii) del Regolamento Coni Agenti sportivi, esercitando le competenze proprie dell’avvocato e quindi assistendo e tutelando il proprio cliente nella redazione ed elaborazione del contratto da un punto di vista prettamente tecnico-giuridico.

 

FAQ/22

Un Avvocato iscritto all’Albo, ai fini dell’ammissione alla prova generale dell’esame di abilitazione ad agente sportivo, deve possedere anche il requisito di cui all’art. 13, comma 1, lett. j) del Regolamento Coni agenti sportivi? E in particolare è tenuto, in assenza di tirocinio, a frequentare un corso di formazione di cui all’art. 15 del Regolamento Coni agenti sportivi?

Qualora un Avvocato intenda partecipare alla prova generale dell’esame di abilitazione ad agente sportivo è tenuto - qualora non abbia eseguito il tirocinio di cui all’art. 13, comma 1, lett. j) (primo punto) del Regolamento Coni agenti sportivi - a frequentare un corso di formazione di cui all’art. 15 del medesimo Regolamento.

 

FAQ/23:

Affinché possa essere considerato integrato il possesso del requisito ai sensi dell’art. 13, comma 1, lett. j) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi il tirocinio deve essere effettuato presso un agente sportivo cui siano stati conferiti almeno cinque incarichi all’anno per tre anni consecutivi nell’ambito di una Federazione sportiva nazionale professionistica italiana?

Ai fini del possesso del requisito di cui all’art. 13, comma 1, lett. j) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi è necessario che il tirocinio sia effettuato presso un agente sportivo abilitato a svolgere attività in Italia cui siano stati conferiti almeno cinque incarichi all’anno per tre anni consecutivi nell’ambito di una Federazione sportiva nazionale professionistica italiana.

 

FAQ/24:

Ai fini della attestazione da parte di un agente sportivo dello svolgimento di un tirocinio ai sensi dell’art. 13, comma 1, lett. j) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi sono necessarie forme particolari?

Ai fini dell’attestazione dell’effettivo svolgimento di un tirocinio ai sensi dell’art. 13, comma 1, lett. j) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi è necessario che l’Agente Sportivo attesti sia di aver esercitato effettivamente e regolarmente l’attività, avendo espletato almeno cinque incarichi all’anno per tre anni consecutivi nell’ambito della medesima Federazione sportiva nazionale professionistica, sia l’attività svolta per almeno sei mesi dal tirocinante. All’attestazione deve essere allegata copia di valido documento d’identità.

 

FAQ/25:

La normativa italiana sugli agenti sportivi, prevista per gli agenti comunitari, è applicabile ai cittadini del Regno Unito anche all’esito del procedimento di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea (Brexit)?

La normativa italiana sugli agenti sportivi, prevista per gli agenti comunitari, sarà e rimarrà applicabile ai cittadini del Regno Unito sino al prossimo 31 dicembre 2020 incluso.

 

FAQ/26:

Un’entità, il cui corso di formazione è stata già accreditato dalla Commissione CONI degli agenti sportivi, ai sensi dell’art. 15, comma 2, del Regolamento CONI Agenti sportivi, è tenuta a presentare nuovamente richiesta di accreditamento per effettuare il corso di formazione per una successiva sessione d’esame?

L’accreditamento è relativo al singolo corso di formazione, pertanto, è necessario presentare apposita richiesta di accreditamento per ciascun corso di formazione ex art. 15, comma 2 del Regolamento CONI Agenti sportivi, secondo quanto indicato nel documento “Requisiti necessari per  conseguire  l’accreditamento  dei  corsi  di  formazione”  e  compilando debitamente (con relativi allegati) il relativo “Modulo di accreditamento dei corsi di formazione” (entrambi i documenti sono scaricabili alla pagina web https://agentisportivi.coni.it/corsiFormazione).

 

FAQ/27:

Ai fini dell’erogazione di corsi diretti a permettere agli Agenti sportivi di assolvere all’obbligo di aggiornamento, di cui all’art. 8 del DPCM del 23.3.2018, quale procedura si deve seguire per l’inoltro della relativa richiesta di accreditamento? Ed esiste uno specifico regolamento in materia?

I corsi diretti a permettere agli Agenti sportivi di assolvere all’obbligo di aggiornamento, di cui all’art. 8 del DPCM del 23.3.2018, sono   di competenza delle singole Federazioni sportive nazionali professionistiche, pertanto al riguardo il CONI non ha messo alcun regolamento e/o procedura per il relativo accreditamento. Sul tema è necessario rivolgersi alle Federazioni sportive professionistiche.

 

FAQ/28:

Per l’inserimento di una società attraverso la quale l’Agente Sportivo abilitato esercita l’attività nell’apposito elenco del Registro Nazionale degli agenti sportivi è sufficiente il deposito, unitamente alla domanda, di una visura camerale aggiornata relativa alla società?

L’art.19, comma 3, Regolamento Coni degli Agenti Sportivi, indica la  documentazione  necessaria  da  allegare  alla  domanda  di inserimento. La visura camerale aggiornata della società di cui si chiede l’inserimento è richiesta ogni qualvolta siano intervenute variazioni rispetto a quanto risultante dall’atto  costitutivo  e  dallo  statuto  relativamente alla compagine  societaria,  al  possesso  di  quote,  all’oggetto  sociale,  alla rappresentanza legale. Il deposito di visura camerale aggiornata rilasciata da una C.C.I.A.A. in Italia sostituisce l’onere di deposito della copia autenticata dell’atto costitutivo e dello statuto. Per le società aventi sede legale in un Paese membro UE diverso dall’Italia, il deposito della sola visura camerale non sostituisce validamente l’atto costitutivo e lo statuto e non è sufficiente ai fini dell’accoglimento della domanda di inserimento.

 

FAQ/29:

Ai fini del possesso da parte di una società di diritto UK del requisito di cui all’art. 19, comma 2, lett. a) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi è sufficiente la mera indicazione dell’iscrizione nella Companies House di un codice relativo alla generica attività d’intermediazione e/o consulenza?

Ai fini del possesso da parte di una società di diritto UK del requisito di cui all’art.19, comma 2, lett. a) del Regolamento CONI degli Agenti Sportivi non è sufficiente la mera indicazione dell’iscrizione nella Companies House di un codice relativo alla generica attività d’intermediazione e/o  consulenza, essendo  necessario che  dalla  documentazione trasmessa emerga che l’oggetto sociale sia costituito da attività disciplinata dal predetto Regolamento, ovvero, comunque, connessa o strumentale.